Aeronautica Militare; a Ciampino sono scomparse le signorine con tacco 18 e trolley che percorrevano i viali dell’aeroporto verso aerei di stato. La festa è finita !

A Cura di Assodipro
A Ciampino, Non pochi hanno assistito alle scene dell’arrivo di cantanti, assistenti di cantanti, ballerine e signorine che, con tacco 18 e trolley barcollavano, arrivando in ritardo, verso aerei di stato in attesa di imbarcarle. 
Da un po’ la festa dei voli “ alla paga Pantalone – noi !” è finita.
La lesta è finita: i decolli ridotti a un quarto. Tratto da articolo DI PRIMO DI NICOLA E TELESIO MALASPINA per l’Espresso  – Spending review e non si vola più. Finalmente gli hanno tagliato le ali: la casta volante ha rinunciato al grande circo degli aerei di Stato la stagione delle carovane ad alta quota di Silvio Berlusconi, che traslocava sull`Airbus presidenziale ballerine, musicisti e cantanti per le notti calde di villa Certosa, è ormai alle spalle. Nel 2010 le gite ad alta quota avevano impegnato quasi settemila mila ore di volo. Una media sconvolgente: venti ore al giorno. È come se un jet fosse rimasto sempre in viaggio per un intero anno, senza fermarsi mai
Ora la festa è finita……
CONTINUA IN LEGGI TUTTO
Ora la festa è finita: lo scorso anno le trasferte del governo si sono ridotte a 1877 ore, un quarto dell`allegro via-vai voluto dal Cavaliere. E i risparmi sono decollati: oltre 26 milioni di euro in meno rispetto alle acrobazie del 2010. Numeri esatti rivelati per la prima volta nel rapporto redatto per i vertici di palazzo Chigi dal colonnello Giovanni Bardelli, coordinatore del Servizio per i voli di Stato, di governo e umanitari. I voli di stato del Presidente del Consiglio sono stati 130 nel 2010, quando a Palazzo Chigi sedeva Silvio Berlusconi, e sono calati a 87 nel 2012 con Mario Monti fino a 64 l`anno scorso con Enrico Letta. Lo si legge nel dossier sui voli di Stato pubblicato dall`Espresso in edicola dove si può leggere l’interessante articolo completo. “Nel 2010 gli otto traAirbus e Falcon a disposizione della presidenza del Consiglio – scrive l`Espresso – decollavano senza sosta, collezionando un primato di 10 640 ore di volo, di cui 6697 per le trasferte del Cavaliere e dei suoi fedelissimi. L`anno successivo i venti di crisi hanno cominciato a pesare e si e` scesi a 8.540, con 5.343 ore per i voli blu. Poi e` bastato l`arrivo alla presidenza del Consiglio di Mario Monti per tirare il freno e calare a 6.069 ore, meta` delle quali per i vip. Infine con Enrico Letta il taglio e` stato completato: nel 2013 5.378 e solo 1.877 si riferiscono alle trasferie di governo. Il costo per le missioni delle autorita` si e` ridotto a 9 milioni di euro: un risparmio di ben 26 milioni”. 

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.

Militariassodipro.org
Vuoi le nostre news nella tua casella di posta?

Iscriviti alla nostra mailing list per ottenere informazioni interessanti e aggiornamenti.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.