ASSODIPRO VERSO IL 2018 per un anno di Diritti, Lavoro e diritti dei lavoratori. Un anno di Conquista e Riconquista di Diritti guardando alla Corte Costituzionale, su diritti sindacali ai militari e Corpo Forestale, ed a una politica che sia finalmente attenta e mai più fatta di mercanti nel tempio.

A cura di Salvatore Rullo presidente Assodipro

Carissimi soci, simpatizzanti e lettori.

Nell’augurarvi un nuovo anno di serenità e pace vi rivolgo il saluto della nostra associazione proiettata verso il 2018 che sarà comunque un anno importante per noi di Assodipro.

Un anno importante di scelte personali e collettive che si tradurranno anche in un voto alle prossime elezioni politiche. Un anno importante di decisioni e scelte attese che dovrà assumere il Giudice delle leggi e/o comunque la politica. Un anno importante di conquista e riconquista di diritti anche per tutti i cittadini lavoratori in uniforme. Un anno dove ci auguriamo, finalmente, trionfino principi e valori Costituzionali troppo spesso dimenticati o ignorati .

UN ANNO DI LAVORO E PER IL LAVORO CHE MANCA , di lavoro con diritti mai più compressi e dignità sul lavoro purtroppo calpestata negli ultimi anni. Su questo tema voglio ricordare le parole di un grande Italiano: Piero CALAMANDREI, uno dei padri della nostra BELLISSIMA COSTITUZIONE, che, tra l’altro, così spiegò agli studenti milanesi in un giorno del 1955, una parte della Costituzione partendo dal secondo comma dell’articolo 3 (il più importante di tutti): È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese. Dice Calamandrei: «Quindi dare lavoro a tutti, dare una giusta retribuzione a tutti, dare una scuola a tutti, dare a tutti gli uomini dignità di uomo. Soltanto quando questo sarà raggiunto, si potrà veramente dire che la formula contenuta nell’articolo 1 – L’Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro – corrisponderà alla realtà. Perché fino a che non c’è questa possibilità per ogni uomo di lavorare e di studiare e di trarre con sicurezza dal proprio lavoro i mezzi per vivere da uomo, non solo la nostra Repubblica non si potrà chiamare fondata sul lavoro, ma non si potrà chiamare neanche democratica”.

Un anno, questo 2018, di scelte che dovremmo compiere anche noi come cittadini quando, il 4 Marzo e finalmente, andremo a votare per le elezioni politiche.

Come ha citato il presidente della Repubblica “ le elezioni sono una pagina bianca da riempire “. Tocca anche a noi scrivere e riempire quella pagina. Riempire la pagina bene è un nostro dovere per impedire ancora l’ingresso di mercanti nel tempio che occupano il parlamento per interessi personali e agli ordini di lobby e/o gruppi di potere. BASTA MERCANTI NEL TEMPIO. Mercanti anche trasformisti a centinaia pur di rimanere più tempo possibile nel tempio trasformato in  mercato, senza dare risposte al paese ed ai cittadini. Basta mercanti che si ripropongono alle elezioni dopo aver fatto disastri politici e sociali, esecutori di ordini di lobby nazionali ed europee che cancellano o comprimono fortemente i diritti dei cittadini lavoratori.

Un anno, questo 2018 che, come Assodipro, ci vedrà consolidare la nostra associazione con nuovi iscritti , riorganizzazione di nuove sedi e costituzione di prossime nuove sedi nel territorio nazionale . Un anno al quale arriviamo confortati e rafforzati da risultati giuridici importanti che hanno legittimato le nostre scelte e battaglie democratiche per i diritti dei cittadini lavoratori in uniforme.

LE NOSTRE SCELTE E LE NOSTRE ULTIME BATTAGLIE : Diritti Sindacali per i Militari e Contro la militarizzazione coatta del Corpo Forestale, sono arrivate alla Corte Costituzionale a dimostrazione della loro giustezza democratica e forza di giuste scelte fatte e fondate anche su passioni e valori.

Da 26 anni lottiamo per i Diritti Sindacali per i Militari e per migliore tutela su lavoro e salute di tutti i militari. A dimostrazione dell’importanza di  questa battaglia di diritti costituzionali  la giustizia ha ritenuto di portarla al cospetto del SUPREMO GIUDICE DELLE LEGGI e questo 2018 vedrà la CORTE COSTITUZIONALE pronunciarsi sul divieto di costituire sindacati per i militari. Aspettiamo con ansia di conoscere la data di questo prossimo e importante pronunciamento della Corte. Comunque sarà un giorno importante per la democrazia.

Abbiamo sposato dal primo momento, con onore, immediata passione naturale e con spirito democratico di difesa diritti, LA CAUSA DELLA BATTAGLIA DEMOCRATICA CONTRO LA MILITARIZZAZIONE COATTA E ANTI STORICA DEL CORPO FORESTALE.

Anche in questo caso la giustezza e la forza della nostra scelta è confortata e rafforzata dalla Giustizia. Infatti sono numerosi i TAR che, pronunciandosi su ricorsi collettivi e di singoli, hanno sollevato numerosi e corposi motivi di incostituzionalità alla legge Madia che ha inopinatamente militarizzato 8000 uomini e donne, di un Corpo Storico e civile per natura, che svolgeva con competenza e passione compiti fondamentali a tutela del nostro patrimonio ambientale. La Corte Costituzionale, oltre che il comitato europeo dei diritti,  si dovrà pronunciare anche sul provvedimento della militarizzazione del Corpo Forestale.  

Come ASSODIPRO Continueremo ad impegnarci nel campo della solidarietà e dei diritti per il progresso della società in generale e per migliori diritti di tutti i cittadini lavoratori in uniforme.

Siamo pronti, insieme a chi ci vorrà seguire, ad affrontare un 2018 che guardiamo con fiducia e con la forza della nostra passione, consapevoli che per i diritti bisogna lottare e che le forze che vogliono continuare a comprimerli o negarli sono imponenti.

Buon Anno di diritti . Forza verso un anno di Conquista e riconquista di diritti . Ad Maiora !

s.rullo@tin.it

Related Posts

Militariassodipro.org
Vuoi le nostre news nella tua casella di posta?

Iscriviti alla nostra mailing list per ottenere informazioni interessanti e aggiornamenti.