CLAMOROSA doppia DENUNCIA : Audizione in commissione inchiesta. DENUNCIA DEL PRESIDENTE SCANU che ricorda Antonio ATTIANESE e afferma che “ NON c’è la volontà politica di approvare la legge presentata da questa commissione che darebbe più Tutele e Diritti a tutti i militari su Lavoro e Salute”. M.LLO Carofiglio : “ MUNIZIONI ALL’URANIO IN ITALIA DAL 1993 ” !

Assodipro Nazionale. Articolo esclusivo.

Vi presentiamo, come fatto in molte altre audizioni della Commissione Inchiesta, una sintesi dell’ Audizione odierna ed il video dove poterla vedere e ascoltare integralmente la stessa.

Clamorose affermazioni del presidente Scanu sulla percepita volontà politica di NON approvare un testo, depositato alla Camera da più di un anno, che migliorerebbe la tutela della Salute di tutti i Militari sui luoghi di lavoro con importanti novità di apertura, controllo e trasparenza su Diritti e Salute dei militari.

Ricordiamo che Assodipro, come scritto in altri nostri articoli,  appoggia e sostiene quel testo frutto dei lavori della Commissione Inchiesta (che ringraziamo per il  lavoro egregio che sta svolgendo)  firmato da Scanu e più di 100 parlamentari  ritenendolo utilissimo, innovativo e indispensabile e abbiamo anche promosso una petizione per invitare il parlamento ad approvarlo,  superando le mille firme in pochi giorni.

Il Presidente SCANU in apertura della Audizione odierna , ricorda il Caporal  Maggiore Antonio ATTIANESE : “  morto dopo 13 anni di calvario e 35 interventi !  desidero che sia ricordato in commissione come tutti gli altri morti e malati . Noi in commissione dobbiamo fare la nostra parte, costi quel che costi ! e dobbiamo sollecitare il parlamento in quanto è VERGOGNOSO che la legge presentata da questa commissione sia ferma in parlamento e non venga approvata. Ho capito che NON c’è nessuna intenzione di mandare avanti questa legge che migliora la tutela su Lavoro e Salute dei militari ! , vi chiedo un minuto di raccoglimento per Antonio ATTIANESE.

Si passa all’ audizione dell’ ex maresciallo GdF Carofiglio .

SCANU : “ E’ stato convocato in quanto ha dichiarato alla stampa che in Italia ci sono state disponibilità di munizionamento all’Uranio dal 1994 . Le chiedo di specificare le sue dichiarazioni in questa audizione, dica tutta la verità”

Carofiglio : “ nel marzo 93 ho fatto un corso per armaioli in GdF a Napoli ed ero responsabile delle armi in tutta della regione. Il responsabile dell’epoca mi disse che c’erano delle munizioni in un deposito della Marina Militare dove si tenevano le munizioni anche di altre forze armate. Vidi personalmente 20 casse di munizioni con il simbolo radioattivo sulle casse per un totale di 576 munizioni all’uranio impoverito (ho anche le foto ) . Il contatore Geiger segnava molta radioattività ! Questa cosa mi preoccupò e contattai i colleghi del comando generale. Loro mi mandarono un manuale Nato dove c’era scritto come agire in presenza di queste munizioni.  Fu organizzata un esercitazione per impiegare anche  il munizionamento ad Uranio Impoverito. L’ esercitazione fu fatta a fine Agosto 1994 tra Ponza e Ventotene ( area di tiro ). 

On Rizzo chiede : ” secondo lei i vertici sapevano di queste munizioni all’Uranio ? Carofiglio risponde : ” secondo me si ” . 

On. Rizzo : ” secondo lei ci sono ancora in deposito armi all’Uranio ? Risposta di Carofiglio : ” Si “

 

 Clicca qui per il video integrale dell’ Audizione

Related Posts

About The Author