I MARO’ RIMANGONO IN PATRIA MA IL GOVERNO USCENTE HA PEGGIORATO LO SPRED MORALE

L’ avvocato Harish Salve che fino all’11 Marzo, data in cui ha lasciato l’incarico, ha difeso gli interessi dell’ Italia ma ha lasciato l’incarico perché in disaccordo con la decisione di Roma di non far rientrare i marò dal permesso concesso per votare, afferma che “ teoricamente “ La corte suprema indiana può ordinare l’arresto dell’ambasciatore Daniele Mancini considerandolo responsabile del mancato ritorno dei marò in India.  Sulle pagine del Corriere della sera l’ex ambasciatore Sergio Romano , già ambasciatore a Londra, poi segretario generale alla presidenza della repubblica con Saragat e ambasciatore a Mosca, scrive : “ L’Italia è un giocatore che cambia improvvisamente le regole della partita e butta via il mazzo di carte di cui si era servito fino a quel momento. Può darsi che il governo Monti volesse terminare la sua esistenza con una decisione popolare gradita ma ha dimenticato che nei rapporti internazionali non esiste soltanto lo spread finanziario . Esiste anche lo spread morale vale a dire il divario tra le parole di un paese affidabile e quello di un paese NON affidabile. Il governo se ne và lasciando al prossimo il compito di sbrogliare una brutta crisi con l’ India, una eredità singolare per un esecutivo che, dopo lo scioglimento delle camere avrebbe dovuto occuparsi soltanto degli affari correnti”.
OGGI, Dopo aver ascoltato le ragioni del Procuratore generale e del legale della parte italiana, il presidente della Corte Suprema Altamas Kabir ha chiarito di non volersi esprimere sul non ritorno del marò fino alla scadenza del permesso il 22 marzo. Il giudice è parso respingere l'istanza secondo cui l'ambasciatore Mancini ha firmato la sua dichiarazione giurata a nome dell'Italia. Ha quindi disposto l'estensione del suo precedente ordine secondo cui il diplomatico non può lasciare l'India.
Il presidente della Corte Suprema Altamas Kabir ha sostenuto che quando ha presentato insieme ai marò una dichiarazione giurata, l'ambasciatore Daniele Mancini «automaticamente ha perso il diritto all'immunità». «Ho perso ogni fiducia nel signor Mancini», ha concluso il magistrato.   

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.

Militariassodipro.org
Vuoi le nostre news nella tua casella di posta?

Iscriviti alla nostra mailing list per ottenere informazioni interessanti e aggiornamenti.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.