INCREDIBILE : La MARINA MILITARE MANDA A PROCESSO IL MARESCIALLO che rivelò, tutelando tutti i colleghi, la presenza di acqua contaminata su nave Duilio. Il maresciallo E.B. in servizio a La Spezia, tra pochi giorni davanti ai giudici militari. Ministro Pinotti che ne pensa ? e la politica ?

A cura di Assodipro Nazionale

Accade in italia nell’anno 2018 . Il Maresciallo Infermiere E.B. attualmente in servizio presso Maricommi La Spezia , che è anche in posizione extra tabella privo di incarico da 5 anni ! tra pochi giorni si troverà ad affrontare i Giudici del tribunale militare di Verona !  il lettore, militare o cittadino , si chiederà : “Per quale grave / gravissimo motivo ? “.

Noi di Assodipro diciamo che va a processo per aver rispettato in pieno il suo TRIPLICE RUOLO di Cittadino, Militare e Infermiere ! per aver sollevato il caso, come si legge in seguito, di acqua contaminata che molti militari bevevano a bordo di Nave Duilio !  Si manda a processo un militare che con la sua azione ha tutelato la salute di migliaia di militari ed ha fatto il suo triplice dovere !

La Marina Militare poteva evitare tale situazione verso un militare che, nel caso, andava / andrebbe premiato per la sua segnalazione ed invece si cerca di colpirlo. Rivelazione di comunicazione ? Comunicazione era riservata ? pare proprio di NO ! 

Nel paese dove i militari, che hanno CoCeR sindacati gialli che scappano da questi e altri problemi di tutela del personale, aspettano diritti di rappresentanza vera, si perseguita chi tutela la salute dei colleghi.  

Nel paese dove non si trovano risorse per approvare leggi a tutela di lavoro e salute dei militari, invece di chiedersi come è stato possibile trovare acqua contaminata al posto di acqua potabile e di chi sono state eventuali colpe e responsabilità, si perseguita chi denuncia , risolvendo il problema, per tutelare di interessi collettivi di migliaia di militari !

Solo pochi giorni fa è stato assolto il Maresciallo che era stato accusato di aver rivelato dati di un volo in quanto non erano dati riservati.

Noi di Assodipro stiamo con il Maresciallo infermiere E.B. 

Cosa ne pensa il ministro difesa Roberta Pinotti ? e la politica ?

Di seguito articolo tratto dal sito infermieristicamente.it : “ Causa servizio per Carcinoma da acqua contaminata. Per l’infermiere che indagò si avvicina il processo

Colpevole del reato militare di rivelazione di comunicazione, questo il capo d’accusa per il Maresciallo-Infermiere dell’ospedale militare che, indagato per condotto le indagini sulla potabilità dell’acqua sulla nave Duilio. (Indagato il Maresciallo- Infermiere che denunciò la presenza di sostanze cancerogene nell’acqua) I fatti risalgono al 2011, l’ infermiere si trova, per l’appunto sulla nave Duilio; l’acqua che viene bevuta sulla nave è autoprodotta con dei dissalatori. I dubbi sollevati dall’infermiere sulla potabilità dell’acqua, inducono il Comandante a fare effettuare delle ulteriori analisi dall’Arpal. Risultato: la non conformità dell’acqua per uso umano, per la presenza di Trialometani ed idrocarburi, sostanze cancerogene volatili, sostanze che il laboratorio militare non aveva rilevato.

A questa clamorosa scoperta ne seguì un’interruzione della prassi dell’acqua autoprodotta e vi fu un’interrogazione parlamentare.

Per l’infermiere, indagato come “traditore della Patria”, si avvicina il processo, mentre si torna a parlare di quella nave.

Un ex sottoufficiale, colpito da carcinoma alla ghiandola salivare destra, ha deciso, sulla scorta di quanto scoperto dall’infermiere di, portare avanti la causa di servizio, ritenendo che la patologia tumorale, sia stata diretta conseguenza dell’aver bevuto l’acqua contaminata.

Assistito dall’Avvocato Francesco Rondini, ha fatto istanza per il riconoscimento della causa di servizio, con richiesta di indennizzo e pensione privilegiata.Fonte. La Nazione

Related Posts

Militariassodipro.org
Vuoi le nostre news nella tua casella di posta?

Iscriviti alla nostra mailing list per ottenere informazioni interessanti e aggiornamenti.