La Russa: meno servitù militari e un piano per la Sardegna e le isole

“Credo che il governo italiano abbia il dovere di tenere presente la particolarità delle isole e, dunque, della Sardegna. Quindi se Soru si sente figlio di chissà quale altra nazione è un problema suo. Io che mi sento insulare, perché sono siciliano e molto vicino alla Sardegna, credo che sia un diritto dei sardi pretendere che il governo abbia un piano per aiutare di più che altre zone d'Italia la Sardegna e le altre isole”. Così il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, ha risposto alle critiche mosse da Renato Soru, candidato del centrosinistra alla presidenza della Regione, alla proposta di un “piano Marshall” per le isole. “Mi sembra che si sia innescata una polemica sciocca – ha detto ancora La Russa – che punta a mettere la Sardegna fuori da una comunità alla quale ama appartenere, perché i sardi sono fortemente italiani”.
“La mia visita al poligono interforze di Perdasdefogu mi ha confermato nella decisione di respingere la richiesta di Soru di bloccare la realizzazione di una pista tattica polifunzionale, decisione presa seguendo le indicazioni che mi venivano da un governo di sinistra e da un ministro, che io apprezzo, come Arturo Parisi”. La Russa ha spiegato di aver voluto controllare di persona dall'elicottero lo stato dei luoghi e incontrare i sindaci dei paesi dell'area del poligono. “La cosa che più mi ha impressionato – ha detto il ministro – è che i sindaci, uno di destra l'altro di centrosinistra, di Perdasdefogu e di Villaputzu, mi hanno consegnato una lettera congiunta dove lamentano che il poligono rispetto agli anni precedenti abbia una minore presenza di attività e di personale. Mi chiedono addirittura che venga stabilito li un reparto fisso più ampio perché ci sono le strutture”. “Davanti alla richiesta dei sindaci di riqualificazione del poligono per la sperimentazione di aerei a controllo remoto, con la partecipazione delle industrie del settore – ha continuato La Russa – mi accorgo che la posizione di chi è contrario alla pista, come Soru, è una posizione ideologica, preconcetta, sganciata dalla realtà della volontà dei sardi. Non so perché si insista tanto sulla sardità e poi non si ascoltino i propri concittadini”.
(ANSA). VA 30-GEN-09 19:09 SERVITU' MILITARI. “Le servitù militari in Sardegna sono state ridotte più che in altre parti in Italia e l'isola non è più la prima regione in termini di metri quadrati, è la seconda, ed è addirittura la sesta nel rapporto tra abitanti e territorio, proprio perché sono state restituite gratuitamente alla Regione aree, sono stati dati rimborsi ai pescatori. Ma vi può essere ancora un alleggerimento. Lo stiamo studiando”. Lo ha dichiarato il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, a Selargius (Cagliari) per la consegna di un riconoscimento alla Brigata Sassari. “Sicuramente anche dal punto di vista di impegno per la Difesa – ha continuato La Russa – la Sardegna ha da vantare benemerenze nei confronti del Governo”.

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.