“MOLTIPLICATORE”, Sentenza Sezioni Riunite Corte dei Conti

Avv. Francesco Paolo Mastrovito

Ai Militari delle Forze Armate, dei Carabinieri e della Guardia di Finanza

 Gentilissimi Militari,

in data 06/05/2019 le Sezioni Riunite della Corte dei Conti hanno emesso sentenza – la n. 13/2019/QM/PRE – sulla questione interpretativa dell’art. 3 comma 7 del D.LGS n. 165/1997.

Invero, la decisione ha avuto carattere esclusivamente processualistico e gli alti magistrati non hanno assunto alcuna decisione nel merito, se non (nel merito) richiamando rispettivamente le due sentenze delle Sezioni Centrali di Appello, che – come noto – hanno deciso in senso negativo.

In altri termini ed allo stato attuale, potranno fruire dell’incremento pensionistico così come previsto dall’art. 3 comma 7 della citata norma, il personale militare pensionato che abbia contratto patologie determinanti la non idoneità assoluta al servizio, solo se in possesso del requisito dell’età pensionabile o durante il periodo di ausiliaria.

Per quanto concerne, invece, il ricorso inerente all’applicazione del 44% di cui all’art. 54, comma 1 del D.P.R. n. 1092 del 1973 (personale militare che alla data del 31 dicembre 1995 possedeva un’anzianità contributiva compresa tra i 15 e i 20 anni) continuano le positive sentenze territoriali della Corte dei Conti (tra queste la n. 58 e n. 59 del 17/04/2019 della Sezione Giurisdizionale Piemonte). Unitamente alla nota sentenza favorevole della Prima Sezione centrale d’appello della Corte dei conti (n. 422 del 2018) viene in rilievo la bontà dell’interpretazione giuridica e la fondatezza dei ricorsi presentati.

A tal riguardo sembra utile evidenziare che la partecipazione al ricorso in questione, da parte del personale al quale sia stata conferita una pensione liquidata col sistema Retributivo, non appare economicamente conveniente (è comunque necessaria una valutazione caso per caso).

Ciò stante ed in attesa dei vari sviluppi, si rinnova al personale interessato al ricorso quantomeno di diffidare l’I.N.P.S. con formale richiesta inoltrata con raccomandata A/R, al fine di interrompere la prescrizione dei ratei del diritto in questione.

Rimango a disposizione per qualsivoglia chiarimento.

Cordiali saluti.

11 Maggio 2019

Avv. Francesco Paolo MASTROVITO

STUDIO LEGALE MASTROVITO

Avv. Francesco Paolo MASTROVITO Via Cerruti, 17 –

NovaraTel. 0321 230599Fax 0321 36437Cell. 338 3538670

studiolegalemastrovito@gmail.com www.studiolegalemastrovito.com

 

“Moltiplicatore” e “Art.54”. Chiarimenti per militari, carabinieri e finanzieri

Related Posts

About The Author