Oggi in Commissione Difesa ; INTERROGAZIONI SULL’ACCESSO AI SITI INTERNET DALLE RETI MILITARI. Quali sono i criteri che differenziano siti “ accreditati "e non ?

Tratto da Interrogazione a risposta in commissione 5-04004, presentato da DURANTI Donatella testo di Martedì 11 novembre 2014, seduta n. 329 DURANTI e PIRAS. — Al Ministro della difesa. — Per sapere – premesso che: 
la rete intranet dell'Aeronautica militare (AERONET) viene normalmente usata dal personale dipendente per esigenze di servizio e consente fra le altre cose l'accesso ad alcuni siti web non istituzionali che si occupano di informazione e fornitura di servizi riguardanti in particolare il settore militare; 
fra i vari siti web a cui l'amministrazione del Ministero della difesa ha consentito l'accredito nella rete intranet AERONET, risulta anche il portale «Sideweb Srl», con sede in Treviso. Dalla visura storica della società di capitale, con atto estratto dalla camera di commercio di Treviso, risultano soci della «Sideweb Srl» anche i signori M.M. ed E.T., che, a quanto consta agli interroganti, sarebbero marescialli della Aeronautica militare stessa in servizio presso gli enti militari di Aviano e Treviso; 
il sito web, in aggiunta alle molteplici attività promosse dalla «Sideweb srl», è anche strumento pubblicitario, offerto tramite concessione di appositi spazi telematici regolata da contratti commerciali –: 
se il Ministro interrogato sia a conoscenza di quanto sopra esposto; 
se non ritenga che si possa configurare, nella fattispecie, un conflitto di interessi
visti gli interessi economici della società «Sideweb Srl» che annovererebbe fra i soci dipendenti della Aeronautica stessa; 
se non ritenga opportuno assumere iniziative, anche mediante la definizione di linee guida, per regolare l'accredito dei siti web alle reti intranet della pubblica amministrazione, con particolare riguardo al settore della difesa, in modo da garantire un'accessibilità di informazione il più oggettiva possibile. (5-04004)  

Tratto da Interrogazione a risposta in commissione 5-04155 presentato da RIZZO Gianluca testo di Mercoledì 26 novembre 2014, seduta n. 339 RIZZO, ARTINI, CORDA, BASILIO, FRUSONE e TOFALO. — Al Ministro della difesa. — Per sapere – premesso che: 
il comando logistico dell'aeronautica militare, il 14 novembre 2014 ha emanato la direttiva n. 0124075 per la gestione dell'accesso ad internet da parte del personale tramite i terminali della forza armata; 
tale direttiva prevede un elenco di siti internet ai quali è possibile accedere ed un altro elenco di siti «inibiti»; 
tale distinzione sarebbe stata effettuata secondo i seguenti criteri: rilevanza dei siti web per le finalità di istituto della forza armata; carattere di interesse generale dei servizi e delle informazioni; sicurezza e reputazione del sito web; onerosità del sito in termini di banda trasmissiva; 
tra quelli consentiti nella direttiva sono elencati i siti internet dei sindacati UIL ed UGL ed il sito di d'informazione nel settore sicurezza e difesa GRNET.IT, mentre nel contempo sono inspiegabilmente inibiti analoghi siti dei sindacati CGIL e CISL, nonché quelli di informazione settoriale tipo  ficiesse.it, ilnuovogiornaledeimilitari.it  e  militariassodipro.org
l'articolo 9 dei principi di disciplina militare, che dovrebbe per logica estensione, comprendere anche internet, recita: «I militari possono liberamente pubblicare loro scritti, tenere pubbliche conferenze e comunque manifestare pubblicamente il proprio pensiero, salvo che si tratti di argomenti a carattere riservato di interesse militare o di servizio per i quali deve essere ottenuta l'autorizzazione. Essi possono inoltre trattenere presso di sé, nei luoghi di servizio, qualsiasi libro, giornale o altra pubblicazione periodica –: 
se il Ministro sia conoscenza dei fatti esposti in premessa e se non reputi che tali disposizioni violino palesemente l'articolo 9 dei principi di disciplina militare (legge 11 luglio 1978, n. 382). (5-04155)

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.