Sblocco Retribuzioni Si, ma non si capisce come. Ora c’è da aspettare il CdM del 15 Ott, poi la legge di stabilità e L’articolato solo annunciato. Intanto si parla di TAGLI alle FF.AA. Ancora ?

Assodipro Roma.
Nelle agenzie di stampa di oggi, sullo Sblocco delle Retribuzioni del comparto Difesa Sicurezza, poco si aggiunge a quanto detto ieri. Rimangono dubbi e domande senza risposta; STATALI: CONSULTA SICUREZZA, COPERTURA SBLOCCO NON CHIARA (ANSA) – ROMA, 7 OTT Gianni Tonelli, Donato Capece, Marco Moroni e Antonio Brizzi, segretari generali di Sap, Sappe, Sapaf e Conapo, i sindacati autonomi riuniti nella Consulta Sicurezza affermano  «Per quanto attiene la questione dello sblocco salariale – spiegano i segretari – il premier, come prevedevamo, non ha chiarito dove saranno reperite le risorse finanziarie e non ha dato garanzie sugli arretrati, pertanto non esultiamo come altri sindacati. Temiamo che possa essere una partita di giro da fondi già assegnati ai nostri ministeri che rischia di compromettere l'operatività dei nostri corpi e la sicurezza dei nostri operatori. Attendiamo quindi – aggiungono – di vedere il testo che sarà licenziato dal Cdm del prossimo 15 ottobre e nel frattempo restiamo mobilitati». SILP CGIL – La vera questione, puntualizza Daniele Tissone, segretario del Silp-Cgil, «è che non bisogna più reintrodurre il blocco degli stipendi. C’è l’impegno del governo, ora stiamo a vedere». Uno dei Generali del CoCeR ( Gerometta CoCeR EI ) dopo averlo fatto anche con il Ministro Mauro (!) si lancia nell’ennesima lode Ministerial- Verticistica a prescindere dalle modalità, dai contenuti e dal dettaglio delle risorse , tutti elementi ad oggi non noti : “Grande soddisfazione per il risultato conseguito”. Con queste parole il generale Paolo Gerometta, presidente del Consiglio centrale di rappresentanza (Cocer) sezione Esercito, commenta al VELINO l’accordo per lo sblocco del tetto salariale del comparto Difesa e Sicurezza.(…) ”. A questo proposito il presidente del Cocer Esercito ringrazia nuovamente i vertici istituzionali e soprattutto il ministro della Difesa, Roberta Pinotti, per l’impegno profuso. “Voglio ringraziare il ministro – ha concluso Gerometta -; sappiamo quale grande sacrificio c’è stato da parte sua, di quella del ministro dell’Interno Angelino Alfano e di quella del governo”.
TRA LE AGENZIE DI OGGI NE TROVIAMO una che è un misto tra il preoccupante e lo stupefacente; saprà l’ On. Grassi che è già in atto un processo che taglia circa 30mila posti di lavoro nelle FF.AA. ? si riferisce ad un anticipo sul termine di applicazione della revisione strumento militare ( tagli di personale e chiusure di numerosi enti ) che è fissato al 2024?  O si pensa ad ulteriori tagli di personale – chiusure – accorpamenti ? Difesa: Grassi (PD), Forze armate vanno ridimensionate – ROMA, 7 OTT – Ansa: “Da più` fronti sono giunte nei giorni scorsi sostegni alla ipotesi del presidente del Consiglio di ridurre il numero delle Forze di polizia. Questa mattina Renzi ha giustamente riproposto il tema, peraltro definendolo `indifferibile`. Ha ragione e credo che questo dibattito dovrebbe essere allargato alle Forze armate: dovremmo discutere anche sul loro ridimensionamento per andare incontro alle esigenze del Bilancio dello Stato e per una loro maggiore efficienza”. Cosi` Gero Grassi, vicepresidente dei Deputati del Pd, dopo quanto ha detto oggi Renzi durante l`incontro.  

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.

Militariassodipro.org
Vuoi le nostre news nella tua casella di posta?

Iscriviti alla nostra mailing list per ottenere informazioni interessanti e aggiornamenti.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.