Avviso importante al personale imbarcato

AVVISO IMPORTANTE

A TUTTI I CITTADINI ITALIANI CHE SONO STATI IMBARCATI O HANNO LAVORATO SU NAVI MILITARI O CIVILI/COMMERCIALI STATUNITENSI E CHE HANNO CONTRATTO UN TUMORE O ALTRA MALATTIA DIAGNOSTICATA PER ESPOSIZIONE ALL’AMIANTO, E AI LORO EREDI

LEGGERE ATTENTAMENTE

QUANTO DI SEGUITO!!!

COMUNICATO DELLA SEZIONE DI TARANTO

Si porta a conoscenza di tutti coloro interessati e che possano rientrare al fine di poter avere eventuale indennizzo per imbarchi fatti su navi ex. USA.

Gli interessati dovranno avere una documentazione tale sia sanitaria e sia ove si evince l’imbarco su navi ex USA (Foglio matricolare) + documento di riconoscimento e codice fiscale.

Detta documentazione sarà allegata da domanda che sarà compilata presso la Sezione di appartenenza di Assodipro, come accordi presi dalla sezione di Taranto con lo Studio Legale che curerà direttamente i rapporti con Studio Legale americano per detti riconoscimenti.

Alla richiesta possono partecipare anche il personale civile della difesa che hanno operato su Unità Navali ex USA.

A detta pratica potrà partecipare unicamente personale iscritto alla Associazione e che aderisce all’istanza di quanto detto.

Premessa

Questa iniziativa si rivolge a tutti i cittadini italiani che siano stati imbarcati o comunque abbiano lavorato su navi di produzione americana o contenenti equipaggiamento americano e che abbiano contratto, a seguito degli incarichi svolti, patologie maligne asbesto correlate.

Tali persone, infatti, hanno la possibilità di richiedere ed ottenere il risarcimento del danno subito direttamente dagli Stati Uniti (per i requisiti richiesti si veda di seguito).

1) L’Avv. Mitchell Cohen della MSC ADVISORS LLC, Florida, sta cercando di rintracciare:

  1. cittadini italiani, militari o civili, (nel caso in cui siano morti, i loro eredi)

  2. che sono stati imbarcati su navi militari americane vendute alla Marina Militare Italiana (si veda lista allegata) o su navi, sempre di produzione statunitense, ad uso civile e commerciale o

  3. che hanno lavorato sulle navi della lista allegata, in occasione di sosta delle stesse in porti italiani per manutenzione, o su altre navi aventi le caratteristiche previste al punto b) o

  4. che hanno lavorato alla demolizione delle navi di cui sopra e

  5. che hanno contratto mesotelioma o altra malattia asbesto correlata diagnosticata negli ultimi tre anni,

al fine di ottenere un risarcimento dalle Società americane produttrici delle navi o degli equipaggiamenti utilizzati sulle stesse.

2) Patologie risarcibili

Le patologie asbesto correlate risarcibili sono le seguenti:

  • Mesotelioma

  • Tumore al polmone (possibilmente con la dimostrazione che il soggetto soffriva di una patologia asbesto correlata minore prima di sviluppare il tumore: tale circostanza facilita l’ottenimento del risarcimento).

  • Casi mortali di asbestosi.

  • Tumore gastro-intestinale (possibilmente con la dimostrazione che il soggetto soffriva di una patologia asbesto correlata minore prima di sviluppare il tumore: tale circostanza facilita l’ottenimento del risarcimento).

  • Tumore all’intestino o al colon (possibilmente con la dimostrazione che il soggetto soffriva di una patologia asbesto correlata minore prima di sviluppare il tumore: tale circostanza facilita l’ottenimento del risarcimento).

  • Tumore del retto (possibilmente con la dimostrazione che il soggetto soffriva di una patologia asbesto correlata minore prima di sviluppare il tumore: tale circostanza facilita l’ottenimento del risarcimento).

  • Tumore alla gola o alla laringe (possibilmente con la dimostrazione che il soggetto soffriva di una patologia asbesto correlata minore prima di sviluppare il tumore: tale circostanza facilita l’ottenimento del risarcimento).

3) Documenti richiesti.

Al fine di ottenere il risarcimento, il soggetto che ha contratto una delle malattie previste al punto 2) e che è in possesso dei requisiti elencati al punto 1) dovrà :

  1. Inviare un referto medico recente nel quale venga indicata in modo chiaro la patologia;

  2. Inviare una copia del documento di identità.

  3. Inviare il cd. “physical examination”: in pratica un certificato in carta semplice rilasciato dal medico di famiglia o da qualsiasi altro professionista ( medico del lavoro, pneumologo) che, dopo aver visitato il paziente, metta per iscritto le seguenti informazioni:

•          Data della visita;

•          Nome del paziente

•          Età/data di nascita

•          Peso e altezza

•          Misurazione della pressione e dei battiti cardiaci

•          Riferimento alla storia professionale del paziente (il paziente mi dichiara di avere lavorato  ….)

•          Esame dei referti degli esami eseguiti dal paziente (RX, TAC…)

•          Patologia risultante  dalla visita medica e dagli esami

•          Dichiarazione del medico che dall’esame dei referti e in relazione alla storia professionale del paziente si può affermare che la patologia della quale soffre il

paziente sia una patologia asbesto correlata.

  1. Nel caso di decesso gli eredi dovranno inviare un referto istologico oltre al certificato di morte

  2. Inviare una copia dell’estratto matricolare o rilasciare una deposizione all’avv. Mitchell Cohen, che per l’occasione verrà in Italia, nella quale dichiara: i) su quale nave ha lavorato o si è imbarcato ii) per quanto tempo iii) quale attività ha svolto sulla nave iv) se ha respirato polvere di amianto;

  3. Rilasciare una procura con il testo allegato;

Tutti i documenti presentati saranno sottoposti all’esame di medici specialisti statunitensi.

4) Importo del risarcimento.

L’importo del risarcimento può variare in base a diversi fattori, quali, ad esempio:

  1. età del soggetto che ha contratto la malattia,

  2. tipo di malattia,

  3. capacità di specificare con quali prodotti e su quali navi ha lavorato

  4. se il soggetto malato è ancora in vita o è morto. L’importo previsto per gli eredi è inferiore rispetto a quello garantito a soggetti malati ancora in vita.

  5. società responsabile (nel caso in cui si tratti di società fallita l’importo del risarcimento è prestabilito dalla Corte competente).

5) Tempi previsti per il risarcimento.

I tempi stimati per il riconoscimento del risarcimento sono di 24/30 mesi da quando i medici americani hanno fornito il loro parere favorevole,

6) Costi della procedura

Nulla è dovuto in caso di mancato risarcimento.

Nessun anticipo è richiesto.

Gli onorari sono predeterminati in funzione dell’importo risarcito, ossia, sono pari al 25% dell’importo risarcito se la società produttrice è la Johns – Manville Company, mentre sono pari al 33% dell’importo risarcito se si tratta di altra società.

Per concludere, chi fosse in possesso dei requisiti richiesti e fosse interessato ad ottenere il risarcimento può contattare la nostra Associazione, telefonando, scrivendo una mail o inviando una comunicazione a uno dei seguenti indirizzi:

…..

_____________________

La segnalazione di ulteriori nominativi di navi statunitensi vendute/cedute alla Marina Militare Italiana e/o in sosta per manutenzione presso porti italiani, o di navi americane ad uso civile e commerciale, diverse da quelle indicate nella lista allegata, nonché di soggetti che vi abbiano lavorato e che abbiano contratto tumore, mesotelioma o una delle malattie asbesto-correlate, è comunque gradita, perché ci permette di risalire ad eventuali altre aziende produttrici e verificare se è possibile ottenere un risarcimento.

NAVI MILITARI COINVOLTE

NAVI CIVILI COINVOLTE

Taranto, 17/01/2020

Sezione ASSODIPRO

Related Posts

About The Author