SINDACATI di Polizia e VIGILI FUOCO DOMANI IN PIAZZA ; Chiedono modifiche alla legge di stabilità. Assodipro vicina alla democratica protesta nel merito e nel metodo.

Roma, 18 nov. (Adnkronos/Labitalia) – Gli operatori delle Forze di Polizia e dei Vigili del Fuoco manifesteranno a Roma con un presidio davanti a Palazzo Chigi domani, martedi' 19 novembre, dalle 15,30 alle 17,30, e nella mattinata dello stesso giorno davanti agli Uffici territoriali del governo di tutte le citta' d'Italia, “contro il disegno di legge di stabilita' e per la difesa della dignita' professionale e della specificita' funzionale degli operatori del settore e per la difesa del diritto dei cittadini ad avere una sicurezza e un soccorso pubblico efficiente e qualificato, all'altezza di un Paese civile”.
Lo rendono noto i sindacati della Polizia (Siulp, Sap, Siap, Silp Cgil, Ugl Polizia di Stato, Coisp, Uil Polizia, Consap, Associazione Nazionale Funzionari di Polizia), della Polizia Penitenziaria (Sappe, Osapp, Sinappe, Fns/Cisl, Uil Pa, Fp Cgil Penitenziaria, Ugl), del Corpo Forestale dello Stato (Sapaf, Ugl, Fns/Cisl., Uil Pa Forestali, Dirfor-Snf, Fp Cgil Forestale) e dei Vigili del Fuoco (Fns/Cisl, Uil Vvf, Conapo, Confsal Vvf, Ugl Vvf, Dirstat Vvf).
“Con questa giornata di protesta -si legge in una nota sindacale- i sindacati delle Forze di polizia e dei Vigili del Fuoco denunciano le irresponsabili scelte che il governo si appresta a far approvare con il disegno di legge di stabilita' in discussione in Parlamento e che richiedono un tempestivo e immediato intervento parlamentare di modifica”. I sindacati chiedono anche “lo sblocco del 'tetto salariale' che consenta il superamento dell'attuale normativa e dei suoi effetti dannosi e iniqui per il personale con il recupero delle risorse economiche per consentire il pagamento degli assegni perequativi e delle progressioni automatiche (una-tantum)”.   “La misura e' colma”, concludono i sindacati, aggiungendo che “siamo ormai in prossimita' del capolinea se non ci sara' un immediato e repentino cambio di direzione”.

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.