Afghanistan:lo scandalo dei tagli alla mensa dei militari italiani a Kabul

I soldati italiani qui non possono più mangiare“. Questa la scritta inquietante sul cartello comparso all'improvviso. Un cartello che è stato  affisso alla porta della mensa NATO presso l'aeroporto di Kabul, mensa utilizzata dai militari italiani. C'è la crisi, e le forbici del Ministero della Difesa non risparmiano nemmeno le mense, compresa quella dei militari in missione. 
 
Ora i militari italiani, secondo quanto affermato dal settimanale”L'Espresso” che ha fatto questa scoperta, devono arrangiarsi e sono costretti ad usufruire di una tavola calda gestita da personale asiatico. Una tavola calda di certo più economica, ma che lascerebbe un pò a desiderare per ciò che riguarda le condizioni di igiene e la qualità dei pasti cucinati
. In nome del risparmio questo e altro:poco importa se un militare italiano dopo aver consumato i pasti in questa tavola calda ha avuto un'infezione gastro-intestinale ed è dovuto ricorrere alle cure dei medici. Alcune fonti anonime militari hanno smentito quest'ultima vicenda del militare italiano, ma il Ministero della Difesa riguardo alla vicenda tace.
 
 E' stata presentata un'interrogazione parlamentare su questa vicenda. Si resta in attesa di una risposta o di una smentita definitiva, come per la questione della connessione Adsl i cui costi per i militari italiani sono sempre elevati per un servizio di scarsa qualità(vedi articolo su questo stesso blog:Afghanistan:”troppo cara l'Adsl per i militari italiani in missione”). 
 
Tanti soldi vengono stanziati per il finanziamento della missione in Afghanistan:ma siamo davvero sicuri che tutti questi soldi vengano investiti correttamente? 

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.

Militariassodipro.org
Vuoi le nostre news nella tua casella di posta?

Iscriviti alla nostra mailing list per ottenere informazioni interessanti e aggiornamenti.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.