Ultim'ora Assodipro ore 19.50. BLOCCO RETRIBUZIONI Militari e Polizia. Trovato accordo per SBLOCCARE. Berlusconi " portavoce di Renzi…. " ( video )

SINDACATI : ” RENZI SCOPRA LE CARTE ” !
 
fonte affariitaliani.it : Trovato l'accordo tra governo e sindacati di polizia sullo sblocco del tetto salariale del personale dei comparti Sicurezza, Difesa e Soccorso Pubblico. Di conseguenza le forze sindacali che rappresentano il 93% degli operatori di questo comparto (resta fuori solo il Sap) hanno ritirato le iniziative di protesta annunciate nei giorni scorsi. Manifestazioni che, in ogni caso, come tengono a precisare i sindacati in risposta alle critiche del premier Renzi che aveva definito le reazioni 'troppo violente', erano state concepite “nel pieno rispetto delle regole e della legalità”. La  riunione, questa mattina, tra il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Lotti, i ministri Pinotti, Orlando, Padoan e Alfano, ha avuto dunque esito positivo: sono stati trovati i soldi, un miliardo di euro in totale, per sbloccare gli stipendi delle forze di polizia. Nel dettaglio, 440 milioni proverranno dai ministeri, 530 dal governo e 119 saranno attinti dai fondi di perequazione.
 
fonte repubblica.it ROMA– I soldi per gli stipendi delle forze di polizia ci sono e le proteste rientrano. E' stato trovato l'accordo tra governo e sindacati sullo sblocco del tetto salariale del personale dei comparti Sicurezza, Difesa e Soccorso Pubblico. Di conseguenza le forze sindacali che rappresentano il 93% degli operatori del settore (resta fuori solo il Sap) hanno ritirato le iniziative di protesta annunciate nei giorni scorsi. Manifestazioni, in ogni caso, concepite “nel pieno rispetto delle regole e della legalità”, come tengono a precisare i sindacati in risposta alle critiche del premier. Matteo Renzi, infatti, nel suo discorso sui “Millegiorni” ieri alle Camere, ha bacchettato i sindacalisti delle forze dell'ordine avvertendoli che “non possono permettersi di evocare forme di protesta contro la legalità”. 
La  riunione di questa mattina, tra il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Luca Lotti, i ministri della Difesa Roberta Pinotti, della Giustizia Andrea Orlando, dell'Economia Pier Carlo Padoan e dell'Interno Angelino Alfano, ha avuto dunque esito positivo: sono stati recuperati i soldi, un miliardo di euro in totale, per sbloccare gli stipendi delle forze dell'ordine. Nel dettaglio, 440 milioni verranno dai ministeri, 530 dal governo e 119 saranno attinti dai fondi di perequazione. 

Disertato anche l'incontro con Silvio Berlusconi previsto per questa sera proprio sul tema stipendi. Alla riunione hanno partecipato solo i rappresentanti del Sap (Consulta della sicurezza), l'unico sindacato che, come detto, non ha accettato l'accordo e che rappresenta poco più del 5 per cento del personale di polizia. Il paradosso è che il blocco dei tetti salariali era stato un provvedimento attuato nel 2010 proprio da Berlusconi. Che, nel corso della conferenza, ha accusato Giulio Tremonti: “Fu un'idea sua, già all'epoca remava contro di me”, ha detto l'ex cavaliere. nell'incontro Berlusconi si fa portavoce di un messaggio conciliante del premier Renzi: “Mi manda a dirvi che è disposto a incontrarvi se sospendete le proteste“……



PA: SINDACATI PS E COCER, DOPO RIUNIONE MINISTRI TROVARE SOLUZIONE DEFINITIVA Roma, 17 set. (AdnKronos) – Sindacati di Polizia e Cocer, “preso atto della riunione di questa mattina tra il Sottosegretario alla
Presidenza del Consiglio Lotti e i Ministri Alfano, Padoan e Pinotti, d'intesa anche con il ministro Orlando, convocata oggi a Palazzo Chigi e finalizzata alla risoluzione, definitiva e strutturale, per lo sblocco del tetto salariale del personale dei Comparti Sicurezza, Difesa e Soccorso Pubblico”, auspicano “un esito positivo, ritenendola preliminare alla preannunciata convocazione da parte del Presidente Renzi”. In attesa di una comunicazione “che preannunci la risoluzione della problematica, in modo definitivo e strutturale”, se la riunione di governo “non dovesse essere definitivamente risolutiva della vertenza in atto, non potranno che essere confermate tutte le legittime iniziative preannunciate a tutela dei diritti delle donne e degli uomini in uniforme”. 
CONSULTA SICUREZZA, RENZI CI CONVOCHI E SCOPRA CARTE
Incontro con Berlusconi 'costruttivo'
(ANSA) – ROMA, 17 SET – «Chiediamo al presidente del Consiglio di scoprire finalmente e completamente le carte, perchè le forze dell'ordine e i vigili del fuoco non possono ancora una volta essere traditi da promesse non mantenute». È quanto afferma la Consulta sicurezza – l'organismo composto da Sap (Polizia), Sappe (Polizia Penitenziaria), Sapaf (Corpo Forestale) e Conapo (Vigili del fuoco) – dopo le notizie che vorrebbero vicina una soluzione per la vertenza sullo sblocco del tetto salariale per forze di polizia e militari. La Consulta inoltre «respinge al mittente» le accuse secondo le quali sarebbero i sindacati autonomi a non volere l'accordo. I rappresentanti dell'organismo hanno intanto incontrato oggi pomeriggio a palazzo Grazioli una delegazione di Forza Italia guidata da Silvio Berlusconi. Un incontro, dicono i sindacati, «costruttivo» nel quale l'ex premier avrebbe garantito un «concreto appoggio». La Consulta valuta inoltre «positiva l'idea di Forza Italia di utilizzare finalmente per le forze di polizia e i vigili del fuoco le risorse del Fondo unico giustizia». In attesa degli sviluppi, la Consulta sicurezza conferma lo stato di mobilitazione con le iniziative del 23 e 24 settembre

Related Posts

About The Author

Militariassodipro.org
Vuoi le nostre news nella tua casella di posta?

Iscriviti alla nostra mailing list per ottenere informazioni interessanti e aggiornamenti.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.