Audizione del Capo di Stato maggiore della Difesa, ammiraglio Luigi Binelli Mantelli alle Commissioni Difesa di Camera e Senato . Cosa hanno detto di NOI e sui PESANTISSIMI tagli di PERSONALE ?

A cura di s.rullo@tin.it  
Introduce Sen. Latorre ( presidente comm. Difesa Senato) : “ ricordiamo che la riforma è stata approvata senza voto di fiducia ed a larghissima maggioranza”  (!) ( dimentica di aggiungere che è stata votata praticamente con il governo Monti Dimissionario con decine e decine di  parlamentari  disattenti e disinteressati che volevano votare solo per sbrigare una pratica per loro noiosa, tant’è che il senatore Di Stanislao ( IDV) , uno dei pochissimi contrari, fu interrotto in continuazione per i suoi interventi considerati inutili e fastidiosi !)      
Binelli Mantelli : “  Rinvia alle successive audizioni dei capi di stato maggiore di forza armata per i particolari delle singole ff.aa.  Il provvedimento và approvato con la massima urgenza per sanare una situazione non più sostenibile ; Mi riconosco pienamente con quanto detto dal ministro Difesa Mauro”  …. ( e ti credo! Mauro è stato criticato per aver letto una relazione che appariva redatta da vertici !) ….. “tagliare è un imprescindibile esigenza” … “ noi teniamo molto alla coesione morale del personale, vorrei precisare cos’è la coesione morale del personale, la coesione e la motivazione del personale è un fattore complesso, che non poggia nemmeno sostanzialmente sulla retribuzione (!) o sull’occupazionalità (!) poggia su valori condivisi molto forti, è un sistema delicato, quando il sistema militare viene criticato questo influisce sul morale e sulla coesione del personale (!) la stragrande maggioranza dei Militari NON tiene alla sua occupazione, tiene alla sua istituzione, vuole operare in un ambiente efficace e confrontarsi con le altre ff.aa nel mondo (!) 
Crisi in Siria e Libia ci devono far stare pronti per tutelare interessi .    Le risorse finanziarie vanno “ riqualificate “ su addestramento ed efficienza.   Il taglio di 40 mila Militari e 10 mila civili  non deve essere visto come un mero, ancorchè necessario ed oggi imprescindibile, direi emergenziale provvedimento finanziario inteso a rendere  coerente  il bilancio della Difesa ma piuttosto come un imperdibile opportunità per rivedere l’organizzazione assicurando un migliore qualità della vita e dell’ambiente di lavoro al personale ed un complessivo efficientamento del sistema.
In 33 minuti di intervento e nelle successive risposte,  non ha detto una parola-una sulle conseguenze che i tagli porteranno a migliaia di militari, nulla su come si esce in esubero, nulla sulle conseguenze sociali ed economiche che avranno i militari interessati a chiusure ed accorpamenti. Nulla su progressioni di carriere che saranno ancor più compresse visti i numeri nei ruoli a regime
Gian Piero Scanu (PD) a Binelli Mantelli “   apprezza la relazione…  lei ha detto che per la Difesa NOI spendiamo lo 0,98 % del PIL per la Difesa, ( dato citato  anche dal Ministro Difesa nella relazione, secondo alcuni , redatta da vertici ) secondo noi, invece, spendiamo circa 1,5%  le telefoneremo per far quadrare i conti !” 
Bruno Marton ( senatore M5S) : “ Lei ha usato il termine competitività , questo termine mi preoccupa, stiamo preparando qualcosa ? ci stiamo preparando a qualcosa ?  ( benedetta o maledetta  inesperienza… in mezzo a vecchie volpi in Commissione Difesa da anni.. che ci azzecca questa domanda sui problemi pesanti che avrà il personale ? urge studio e informazione ai parlamentari M5S ! urge che approfondiscano la conoscenza dell’argomento di un mondo senza diritti che è nell’ombra ed assurge agli onori delle cronache solo o prevalentemente in occasione di lutti , i Parlamentari delle commissioni Difesa del M5S dovrebbero considerare il fatto che molti militari li hanno votati ! )  
 Bruno Alicata ( PDL ) . “sono preoccupato per le conseguenze che le chiusure potranno avere sul territorio locale. Per quanto riguarda l’investimento sugli F-35, non è il caso di rivedere attentamente questa spesa e puntare sulla continuazione dell’ affitto degli F-16, anche considerando i problemi che sembra avere l’ F-35”. 
 Binelli Mantelli :  “ l’ F-35 è un mezzo che serve a colmare il gap dell’Aeronautica nei prossimi 30 anni. Non ci sono alternative all’ F-35 sul mercato. Stiamo ponendo la massima attenzione a non creare ulteriori demotivazioni,  sappiamo che l’obiettivo dei tagli sarà difficile da raggiungere qualora ci fossero interventi che prevedano l’allungamento dell’età pensionabile che sposterebbe l’obiettivo del 2024 più avanti.
Donatella Duranti ( SEL )  “ faccio notare che c’è stata una larga maggioranza che ha approvato nella passata legislatura, ma ora c’è un nuovo parlamento che non vuole solo ratificare. Dobbiamo avere più attenzione per l’area tecnica del personale civile della Difesa. Sul personale Militare dovremo anche considerare il parere delle rappresentanze. Sugli F-35 dovremo essere titolari delle scelte”. 
Binelli Mantelli : “ sull’ F-35 sono franco, non possiamo esimerci dalle responsabilità, sono tra quelli che sostengono che insieme al parlamento possiamo definire quelli che sono i compiti delle ff.aa. 
Sergio Divina ( lega ) : “ tutti i settori devono razionalizzare”. 
 
    

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.

Militariassodipro.org
Vuoi le nostre news nella tua casella di posta?

Iscriviti alla nostra mailing list per ottenere informazioni interessanti e aggiornamenti.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.