CIAO CARLO . Ieri 01 Aprile 2015 Carlo DI CARLO ci ha lasciati.

Sapevamo da tempo che lungo la strada della vita aveva incontrato una grave malattia che lo aveva messo a dura prova; aveva affrontato il percorso clinico con coraggio e determinazione e con la pazienza che serve per ricostruire sufficienti condizioni di vita era tornato ad offrire alla Sezione Assodipro di Udine la sua rassicurante presenza. 
Da ultimo, ripetute patologie invernali  che curava con i normali rimedi della scienza medica hanno avuto il sopravvento sulla sua resistenza fisica. 
Trovare oggi le parole adatte per rendere a  Carlo il saluto che la circostanza della sua scomparsa ci impone è  una impresa  influenzata dallo sconcerto e dal  dolore che prova chi vive la perdita di un grande e vero amico. 
Carlo Di Carlo prima che essere stato un Dirigente Nazionale e territoriale di Assodipro è stato il compagno di quel lungo viaggio che, iniziato negli anni ’70 con il movimento dei sott.li democratici e proseguito poi con il sodalizio, tendeva alla emancipazione del lavoro militare. 
Di questo impegno ci ha lasciato traccia con il suo bellissimo libro “ 27 Marzo. Costretto a fare politica per necessità”. 
Dentro la condivisione delle ragioni che hanno sempre animato il nostro comune impegno a favore del progredire della condizione militare, Carlo ha espresso una forte idealità democratica, il rispetto per le altrui idee, il rigore dei principi e la duttilità che serviva per la costruzione del consenso. Carlo era una persona semplice che senza infingimenti esprimeva modestia; è per questi tratti umani e caratteriali che trasmetteva fiducia, è per questo suo essere che è stato un riferimento, un esempio ed una guida. Per queste ricchezze che ci ha lasciato, resterà fra noi e vivrà nel nostro pensiero e nei nostri ricordi. Alla famiglia un commosso sentimento di vicinanza. Per le vie che l’essere umano spera di percorrere dopo la vita terrestre ci ritroveremo; ci incontreremo ancora in testa al binario 1 di Termini da dove cominciavano i nostri impegni romani. Con uno straziato stato  d’animo, ancora e come sempre un fraterno abbraccio. Ciao Carlo, ti abbiamo voluto bene, stimato e rispettato. 
AS.SO.DI.PRO.  Il Presidente    Emilio Ammiraglia  Roma 02 Aprile 2015  

Related Posts

About The Author