COCER Carabinieri;”I primi della classe” non vogliono l’unificazione Forze di Polizia."Dichiarazioni, da una rappresentanza pseudo sindacale, come di fatto sono i Cocer, fuori dalla realtà

A Cura Di Michele Rinelli da  paroleingiaccablu.wordpress.com 
D’orgoglio si muore!!! 
Non è  semplicemente una frase fatta ma una condizione umana perché, specie nella difficoltà, essere orgogliosi significa morire! Certo, a leggere l’ultimo proclama del Cocer Carabinieri non esistono difficoltà, almeno per loro.
L’ultima sparata degli pseudosindacati dell’Arma Benemerita ci dice più o meno così  : ”Nessuna unificazione, nessun accorpamento, solo noi militari garantiamo il meglio per questo paese, nessuna barbara unione potrebbe essere mai meglio”.
Di questi tempi sostenere queste posizioni  da primi della classe fa sorgere il dubbio che nella Benemerita Arma la luce dell’illuminismo, o più semplicemente di un’ oculata intelligenza, senza troppe pretese, non sia ancora permeata all’interno di quelle caserme, evidentemente vissute da molti come conventi di clausura.
Non è possibile infatti sostenere simili aberranti posizioni, appare chiaro come anche i Carabinieri soffrano del taglio al sistema sicurezza e che l’unica via percorribile è quella della non sovrapposizione dei presidi e delle competenze così da arrivare  nel medio lungo termine a una vera e propria unificazione dei corpi di polizia
Pur di mantenere inalterato lo status quo dovremmo per caso salvare alcune casermette con all’interno 3-4  militari che alle 20.00 attaccano il citofono al 112 e che forse garantiscono un controllo del territorio con una pattuglia una volta alla settimana ? Che senso può mai avere ? C’è bisogno di un luogo per raccogliere le denunce ? Ormai le denunce si fanno anche On Line….e la Polizia Municipale esiste in ogni più piccolo comune e volendo possono attrezzarsi anche loro per quel servizio.
Vogliamo dare sicurezza al cittadino o mantenere le bandierine sul territorio come quando giochiamo a “Risiko” ?
In ogni provincia sono troppe le duplicazioni di poteri, di centri di comando, di raccolta informazioni con a capo un qualcuno a cui assegnare una poltrona e sappiamo bene quanto queste poltrone siano preziose per chi il potere lo detiene….ma quanto ci costano ?
Simili dichiarazioni da una rappresentanza pseudosindacale come di fatto sono i Cocer è al di fuori del mondo, del contesto socio politico che stiamo vivendo, un modo forse per preservare sino all’ultimo respiro quei poteri che certo, se unificazione fosse, verrebbero a mancare.
Per non parlare poi dei piccoli e grandi privilegi di casta, spesso dovuti,  altre volte pretesi, che solo i militari con il loro sistema riescono ancora a far sopravvivere .
Ricordo ancora le parole del fu Ministro della Difesa La Russa il quale senza mezzi termini disse che si sarebbe tagliato una gamba pur di non smilitarizzare i benemeriti, e salvare i suoi generali, così come non potetti che rimanere indignato sull’accostamento automobilistico dove la Polizia fu paragonata a una 500 e i Carabinieri a una Ferrari.
Anche l’ultimo dei più disinteressati cittadini capisce bene che il sistema così com’è concepito non può più andare avanti così com’è lapalissiano il fatto che solo con una unificazione delle forze dell’ordine si potrà ottenere maggiore efficienza, economicità ed effettività dei risultati poiché, i “Primi della Classe”, e mi spiace per i benemeriti, esistono anche tra quelli che le stellette sul bavero non le indossano ma che di certo nulla hanno da invidiare in termini di professionalità e capacità operative.
…che poi le Giacche Blu non siano capaci di vendere un certo  prodotto attraverso le fiction  come solo i Carabinieri sanno fare… è un altro discorso.
Io al contrario dei Cocer spero alla rapida unificazione dei corpi, alla raccolta delle migliori professionalità sotto un’unica divisa invitando i loro più alti esponenti e i poteri che effettivamente rappresentano (non certo la base)  a rinunciare a quell’orgoglio e a quella sindrome da primi della classe tipica di un atteggiamento ormai datato e forse dettato da quando ancora  potevano fregiarsi del titolo di prima Arma dell’esercito….ora sono una Forza Armata e non sono “prima” di nessuno!!! I tempi sono cambiati, “Signori Miei”… direbbe il nuovo premier…

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.
+
Articolo di Salvatore Vinciguerra – Segretario Nazionale AS.SO.DI.PRO.
“Unicuique Suum” Consiglio di Stato. La Rappresentanza non deve fare sindacato!
No Preview
Lettera aperta al Ministro Trenta e al Parlamento Italiano. Quale futuro per i Militari Italiani?
Congresso Assodipro. Eletti i nuovi organi statutari. – Risultati del Congresso di Assodipro del 26, 27  Ottobre 2018, Rimini
APPLICAZIONE ART.54 PER MILITARI, CARABINIERI E FINANZIERI
Amianto, familiari delle vittime ed Associazioni a processo conto i vertici della marina
C.U.S.E. o CO.CE.R se ci sei batti un colpo…
Sentenza. ASSEGNAZIONE TEMPORANEA per genitori con figli minori di tre anni

Militariassodipro.org
Vuoi le nostre news nella tua casella di posta?

Iscriviti alla nostra mailing list per ottenere informazioni interessanti e aggiornamenti.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.