Consiglio dei Ministri , difficile che Sbloccherà Italia! SICURO NON C’E’ STATO LO SBLOCCO DELLE RETRIBUZIONI. Renzi si presenta con gelato e NON sblocca le retribuzioni Comparto Difesa-Sicurezza

Sblocca Italia, 3,8 miliardi per i cantieri. Slittano i tagli alle partecipate   
Tratto da ilfattoquotidiano.it a cura di Assodipro.
….” le risorse messe in campo dai 50 articoli sono ridotte all’osso. Per le infrastrutture il governo di Matteo Renzi è riuscito a trovare, raschiando il fondo del barile (Fondo sviluppo e coesione e fondo revoche), solo 3,8 miliardi. Ben lontano dai 43 evocati da Renzi all’inizio di agosto, cifra che peraltro nessuno in conferenza stampa ha ricordato. Anzi, il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan a precisa domanda ha risposto: “Non lo so”….  E salta la prima sforbiciata alle partecipate degli enti locali, contenuta nel piano presentato dal commissario alla spending review Carlo Cottarelli il 7 agosto e prevista nelle bozze circolate in questi giorni: tutto rimandato alla Legge di stabilità, spiega Lupi. Così come la proroga dell’ecobonus del 65% per le riqualificazioni energetiche, su cui però, ha garantito Renzi, il governo ”si impegna”. Stesso discorso per l’incentivo fiscale destinato a chi compra casa per affittarla a canone concordato. Ok definitivo, invece, al gasdotto Tap, che sarà ratificato a Baku (Azerbaijan) il 20 settembre. Infine c’è il ddl delega per il nuovo codice degli appalti….. Padoan non si sbilancia sulle risorse mobilitate: “Significative” – Il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan ha commentato il contenuto del decreto dicendo che “stimola gli investimenti pubblici e privati, e lo fa sia mobilizzando risorse sia cambiando le regole e semplificandole”. Ma non si è sbilanciato sull’ammontare di risorse private che saranno mobilitate grazie al provvedimento: “Non lo so, ma riteniamo che possano essere significative”… 
Come Assodipro evidenziamo che non c'è PAROLA o TRACCIA DI SBLOCCO DELLE RETRIBUZIONI DEL PUBBLICO IMPIEGO ! mentre i CoCeR , invece di Rappresentare, dormono il sonno da ” missionari retribuiti ” nei palazzi dove sono ospitati stile Sindacati Gialli
Il sindacato giallo (company union in inglese) è la denominazione con cui si indicano i sindacati creati e controllati dagli imprenditori, presenti negli Stati Uniti negli anni venti e dichiarati illegali con la legge Wagner (National Labor Relations Act, o “Legge sui rapporti nazionali di lavoro”) del 1935. In Italia lo statuto dei lavoratori (legge n.300 del 1970) nell'articolo 17 proibisce ai datori di lavoro e alle loro associazioni di costituire e finanziare associazioni sindacali dei lavoratori. ( i COCER SONO FINANZIATI E PAGATI DALLO STATO E COSTANO CIRCA 4,5 MILIONI DI EURO ANNO ) Il termine viene oggi utilizzato in ambito giornalistico per indicare una organizzazione sindacale che si ritiene di fatto asservita al datore di lavoro, o ad altri soggetti i cui interessi sono contrapposti a quelli dei lavoratori. Un “sindacato giallo” viene ritenuto differenziarsi dalle legittime associazioni sindacali, le quali dovrebbero essere organizzate in base a regolare statuto secondo criteri democratici e trasparenti, hanno titolo a sottoscrivere i contratti nazionali, e prevedono il versamento di una quota di iscrizione

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.