Continua l’ Odissea del Maresciallo dei Carabinieri Antonio CAUTILLO. Siamo al “ record “ della 17^ interrogazione parlamentare e del 34° esposto per conferire con Ministro Difesa .

Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-13340 presentato da COZZOLINO Emanuele testo di Giovedì 26 maggio 2016, seduta n. 632 COZZOLINO. — 

Al Ministro della difesa. — Per sapere – premesso che: 
gli articoli 1465 e seguenti del codice dell'ordinamento militare garantiscono ai militari i diritti che la Costituzione riconosce ai cittadini e gli articoli 1352 e seguenti regolamentano il potere sanzionatorio in ambito disciplinare; 
il comandante interregionale dei carabinieri «Podgora», con provvedimento datato 12 aprile 2016 ha nominato l'ufficiale inquirente e disposto a carico del maresciallo, Antonio Cautillo un procedimento disciplinare di stato, teso ad allontanarlo dal servizio; 
l'Amministrazione della difesa, che risulterebbe a conoscenza diretta dei fatti dal lontano 31 agosto 2007, ha instaurato il procedimento disciplinare il 19 aprile 2016 con le contestazioni dell'ufficiale inquirente; 
l'articolo 1393 del codice militare, in vigore dal 28 agosto 2015, stabilisce: «In caso di procedimento disciplinare che abbia ad oggetto, in tutto o in parte, fatti in relazione ai quali procede l'autorità giudiziario, si applica la disciplina in materia di rapporti fra procedimento disciplinare e procedimento penale di cui all'articolo 55-ter del decreto-legge n. 165 del 2001» che dispone: “Il procedimento disciplinare che abbia ad oggetto, in tutto o in parte, fatti in relazione ai quali procede l'autorità giudiziario, è proseguito e concluso anche in pendenza del procedimento penale”»; 
appare all'interrogante lapalissiano che il procedimento disciplinare sia stato avviato al di fuori ed in spregio dei termini perentori previsti dagli articoli 1392 comma 2 del Codice dell'ordinamento militare e 1032 del decreto del Presidente della Repubblica n. 90 del 2010, il cui superamento avrebbe dovuto comportare la decadenza dall'esercizio dell'azione disciplinare; 
il carabiniere, difendendosi, ha inviato l'esposto n. 33 al Ministro della difesa, datato 14 maggio 2016, evidenziando fatti di rilievo penale ed estrema gravità –: 
se il Ministro interrogato sia a conoscenza dei fatti e quali iniziative di competenza intendano assumere in merito.

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.