DIFESA – F 35 – IL Generale GAGLIARDI, promotore di una petizione che chiede di bloccare l’acquisto degli F 35, Critica le ultime affermazioni del Ministro Difesa Mario MAURO.

Il Generale dell’ Aeronautica ,in pensione, Fulvio Gagliardi  promotore su Chang.org di una petizione per chiedere al governo Letta di bloccare l’acquisto degli F 35 e che è arrivata a quasi 40 mila adesioni  (  https://www.change.org/it/petizioni/governo-letta-non-si-acquistino-gli-f35?utm_campaign=autopublish&utm_medium=facebook&utm_source=share_petition  ) , TRAMITE L’HUFFINGTON POST  risponde alle ultime dichiarazioni rilasciate dal Ministro Mauro in Commissione Difesa: “ Apprendo che il ministro Mauro ha affermato che sono stati spesi già 3,5 miliardi per la Cavour. In realtà  per l’acquisizione della nave sono stati spesi circa 2 miliardi ed il resto verrà in seguito. Bisogna notare tuttavia che, come fonti della stessa Marina Militare Italiana dicono, La portaerei Cavour era stata pensata per gli AV-8B e solo dopo si è pensato agli F 35.In termini di capacità i primi sono più che validi ancora per anni, visto che la minaccia è quella che è e non si prevede per fortuna peggioramenti.  Come già detto in un intervista al sito www.militariassodipro.org  ; Gagliardi conferma che la capacità Stealth che più potrebbe giustificare la scelta dell’ F 35, entro il prossimo decennio rischierà di non essere più il fattore discriminante in quanto sviluppi derivati da tecnologie di individuazione lanci ICBM (Intercontinental Ballistic Missile ) porteranno alla capacità di individuazione di velivoli Stealth a più di 100 Km di distanza.  Ci troveremo così un velivolo penalizzato nelle sue prestazioni per essere Stealth senza trarne un effettivo vantaggio. Abbiamo speso un paio di miliardi per il programma, oltre quanto speso per la Cavour che lòa stessa Marina Militare, ripeto,  afferma non sia stata espressamente pensata per imbarcare F 35, ma solo per sostituire la più piccola e vecchia Garibaldi; allora continuiamo e perseveriamo nell’errore condannando il paese ad una spesa continua di ben altri 2 miliardi all’anno ? Lo stesso Ministro afferma che l’ Europa dovrebbe avere una politica per la Difesa comune e si lamenta che i singoli paesi europei vadano ognuno per la sua strada… “ Dobbiamo concepire per il Consiglio di Dicembre come il punto di partenza per una fase, spero breve, di forte accelerazione del percorso di integrazione in tema di Difesa” ha dichiarato Mauro e, contraddicendo quanto detto, insiste perché l’ Italia acquisti gli F 35, quando nessuno degli altri Paesi, ad eccezione della Gran Bretagna, va per questa strada, visto che l’Olanda pare abbia dei serissimi dubbi nel continuare questo programma. Aspettiamo il semestre di guida Italiana e affrontiamo il problema di una Difesa comune Europea – prosegue Gagliardi – con mezzi comuni o comunque integrati in un insieme strategicamente concordato alla luce di un Requisito operativo europeo e non solo nazionale che tenga conto della reale situazione strategica del continente, attuale e prevedibile. Nel frattempo volgiamo la nostra attenzione a quella che è la vera minaccia presente per L’ Italia : La grave situazione economica, finanziaria, industriale e lavorativa del Paese.

Related Posts

About The Author

Militariassodipro.org
Vuoi le nostre news nella tua casella di posta?

Iscriviti alla nostra mailing list per ottenere informazioni interessanti e aggiornamenti.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.