DIFESA: INGRESSO MILITARI IN PARLAMENTO SOLO PREVIA AUTORIZZAZIONE MINISTERO

Roma, 6 apr – Il Comando Generale dell'Arma dei Carabinieri, citando una non meglio precisata direttiva del Ministero della Difesa, ha di fatto subordinato l'accesso dei militari che debbano recarsi “a qualsiasi titolo presso le strutture parlamentari” ad una preventiva autorizzazione da richiedersi con un preavviso di “almeno 24 ore”. La notizia è stata fornita a GrNet.it dall'avv. Giorgio Carta del foro di Roma. “Tale prescrizione non pare supportata da alcuna norma di legge ed è idonea a comprimere ulteriormente i diritti costituzionali di militari e Forze di polizia ad ordinamento militare – spiega l’avvocato Carta – onde, in riferimento ad essa, mi riservo di adire le competenti autorità giurisdizionali, anche penali, affinché sia ripristinato il diritto dei cittadini con le stellette di conferire liberamente con i propri rappresentanti in Parlamento, senza la previa necessità di farsi autorizzare dal Ministro. La disposizione in esame, peraltro, limita lo stesso diritto-dovere dei Parlamentari (i cui uffici sono dislocati nelle strutture delle due Camere) di prendere cognizione delle reali condizioni in cui versano le Forze Armate, senza il previo filtro costituito dall’autorizzazione gerarchica”. Effettivamente non si comprende la ratio della norma che potrebbe condurre a situazioni paradossali. Se un militare, fuori servizio, volesse accedere alle strutture parlamentari per far visita ad un congiunto dovrebbe comunque chiedere l'autorizzazione ministeriale?
Fonte: GRnet.it

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.

Militariassodipro.org
Vuoi le nostre news nella tua casella di posta?

Iscriviti alla nostra mailing list per ottenere informazioni interessanti e aggiornamenti.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.