IL GOVERNO SI APPRESTA A BLOCCARE PER IL 4° ANNO CONSECUTIVO GLI STIPENDI DEL PERSONALE STATALE.

Alle ore 12.30 del 28/05/2013, le Commissioni riunite I e XI della Camera dei Deputati, nell'ambito dell'esame dello schema di decreto del Presidente della Repubblica recante regolamento in materia di proroga del blocco della contrattazione e degli automatismi stipendiali per i pubblici dipendenti (Atto n. 9) hanno convocato il COCER, presso la Sala del Mappamondo, per una audizione relativa alla questione del blocco contrattuale. “Abbiamo rappresentato al Presidente della I^ commissione Affari Costituzionali, On. Francesco Paolo Sisto, al Presidente della XI Commissione Lavoro Pubblico e Privato, On. Cesare Damiano ed ai numerosi parlamentari presenti all'incontro le diversità del lavoro svolto da militari e poliziotti rispetto ai restanti lavoratori del settore pubblico e privato, diversità riconosciuta oltre che dalla Costituzione anche da una legge dello Stato, la nr. 183 del 2010.” “Compiti peculiari, obblighi, limitazioni personali, impieghi in attività usuranti che evidenziano quindi una “specificità” in capo agli uomini ed alle donne del Comparto Sicurezza e Difesa che devono trovare, da parte dello Stato, una adeguata tutela anche economica e previdenziale.” “ Il Governo Italiano si appresta, però, a bloccare per il 4° anno consecutivo gli stipendi del personale statale comprimendo all'inverosimile le già esigue risorse delle famiglie, rischiando di far crollare ancora più in basso i consumi. E' necessario che la classe politica al governo del Paese si renda conto che al centro delle politiche c'è l'uomo, il suo benessere e il lavoro.” “Per il personale del Comparto Difesa e Sicurezza poi il blocco certificherebbe la “vacuità” della tanto decantata “specificità militare” buona solo per i proclami e le manifestazioni di vicinanza in occasioni dolorosissime. Difatti si continuerebbe a chiedere agli stessi un surplus di sacrifici sul fronte stipendiale e previdenziale bloccando, oltre al contratto come al resto dei pubblici dipendenti, quei trattamenti economici connessi all’essenza stessa dell’Istituzione Militare (promozioni, operative, trattamenti economici specifici).”  “Abbiamo registrato un’attenzione istituzionale da parte delle Commissioni parlamentari, ma nel merito, ci aspettiamo che i Presidenti ed i Componenti delle Commissioni I e XI della Camera dei Deputati, diano un parere assolutamente contrario, almeno per quanto concerne lo sblocco  degli automatismi stipendiali per il personale del Comparto Difesa e Sicurezza”.

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.

Militariassodipro.org
Vuoi le nostre news nella tua casella di posta?

Iscriviti alla nostra mailing list per ottenere informazioni interessanti e aggiornamenti.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.