Imbrattate le lapidi dei caduti di Nassirya

ROMA – Nuovo atto vandalico al parco Schuster, davanti la Basilica di San Paolo fuori le Mura a Roma, dove ignoti hanno imbrattato le lapidi dei caduti di Nassirya con tre scritte riportanti «bastardi infami», «servi dei servi».  Tutte le scritte, fatte sul monumento ai 19 caduti italiani – periti nell'attacco alla base tricolore in Iraq nel 2003 – utilizzando vernice nera, riportano come firma una A cerchiata, che rappresenta gli anarchici. Sulla vicenda indaga la polizia. TRISTE PRECEDENTE – Non è la prima volta che le lapidi nel parco Schuster vengono danneggiate: lo scorso 10 novembre il monumento era stato imbrattato, in quel caso con vernice rossa ad alta resistenza. Il gesto era stato accompagnato da un volantino con la scritta «Da Nassirya a Mattarello, guerra alle guerre dei padroni». 
IL SINDACO CONDANNA – «Imbrattare le lapidi che commemorano i caduti italiani, morti nel tentativo di portare pace e aiuto alle popolazioni irachene, è un gesto vigliacco e odioso», ha commentato a caldo il sindaco della Capitale. «Questi delinquenti che agiscono con il favore delle tenebre – ha detto Gianni Alemanno – non hanno coscienza di cosa sia il sacrificio per gli altri: la loro visione del mondo e della vita è di un tale squallore da lasciare senza parole.Esprimo sdegno e ferma condanna e la vicinanza della città di Roma alle famiglie dei caduti, all'Esercito e all'Arma dei Carabinieri».
Fonte: corriere.it

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.

Militariassodipro.org
Vuoi le nostre news nella tua casella di posta?

Iscriviti alla nostra mailing list per ottenere informazioni interessanti e aggiornamenti.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.