La Russa: potremmo inviare più soldati in Afghanistan

I soldati in Afghanistan potrebbero aumentare nel corso dell'anno: lo ha dettto a Panorama del Giorno il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, che ha discusso ieri con le commissioni Difesa il nuovo decreto per il rifinanziamento delle missioni nei prossimi sei mesi.

Nel corso dell'anno potrà esservi un “leggero aumento” del numero dei soldati italiani inviati in Afghanistan, ma nell'ambito della media autorizzata dal Parlamento e a secondo delle circostanze. “In questo momento – ha precisato La Russa nel corso dell'intervista a Canale 5 – siamo al di sotto del numero consentito dalla autorizzazione; per ora non abbiamo in mente incrementi sensibili dei nostri soldati in Afghanistan, ma è giusto ricordare che gli Stati Uniti chiedono più soldati a tutti”.

La Russa ha ricordato che l'Italia sta già facendo uno sforzo da tutti riconosciuto e ha rivolto un appello a tutti i Paesi europei e non europei perché “facciano la loro parte”.

Oggi il ministro della Difesa britannico John Hutton ha detto che la missione della Nato in Afghanistan è “fondamentale per la sicurezza nazionale britannica”, ma è messa a rischio dall'insufficiente impegno militare degli alleati europei. Come riporta il quotidiano britannico The Guardian, il Governo britannico sembra voler preparare l'opinione pubblica a un possibile aumento delle perdite militari e ha lanciato una campagna nella quale si sottolinea l'importanza dell'operazione militare per il Paese piuttosto che per gli afgani. Sono 20 i militari britannici caduti in Afghanistan dallo scorso novembre, quando i mesi invernali erano tradizionalmente quelli considerati più “tranquilli”.

Fonte: RaiNews24

 

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.

Militariassodipro.org
Vuoi le nostre news nella tua casella di posta?

Iscriviti alla nostra mailing list per ottenere informazioni interessanti e aggiornamenti.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.