PER I MILITARI SENZA DIRITTI I TAGLI PESANTISSIMI, ED ANCHE PRO LOBBY, SI IMPONGO. CON GLI ALTRI E CON I DIRITTI SINDACALI SI CONCERTANO! SICUREZZA: BUBBICO,COINVOLGERE SINDACATI POLIZIA IN RIORGAN.

(ANSA) – ROMA, 14 GEN – Il viceministro dell'Interno, Filippo Bubbico, ha incontrato oggi al Viminale i rappresentanti dei sindacati di polizia (Siulp, Sap, Siap, Silp per CGIL, Ugl, Federaione Cisp, Consap-ADP, Federazione Uil). 
Al centro dell'incontro, la riorganizzazione periferica dell'amministrazione della Pubblica Sicurezza in seguito al disegno di legge Delrio sulla soppressione delle Province.  Durante l'incontro, il viceministro ha sottolineato come il ddl Delrio contenga una novita' rispetto alla vecchia impostazione. “Come si legge espressamente nell'articolo 29 del disegno di legge – osserva – non c'e' una relazione diretta tra superamento delle Province e riorganizzazione dell'articolazione territoriale e periferica dello Stato”. “Dal proficuo confronto di oggi – prosegue Bubbico – emerge la necessita' di un maggiore coinvolgimento delle rappresentanze sindacali nelle decisioni che si dovranno prendere in merito alla riorganizzazione territoriale della pubblica sicurezza. Un impegno che e' non solo auspicabile, ma che e' utile mantenere perche' e' nell'interesse di tutti arrivare a conclusioni il piu' possibile condivise e partecipate. Mi pare ci sia concordanza sulla necessita' di un cambiamento nell'organizzazione della pubblica sicurezza per recuperare efficienza, migliorare il rendimento degli investimenti pubblici e rendere un servizio piu' efficace ai cittadini. E' chiaro, pero', che e' necessario governare il processo di trasformazione di medio e lungo periodo, difendendo e valorizzando cio' che ha dato buona prova di funzionamento fino ad oggi”.
 SICUREZZA: SILP-CGIL, UNIFICARE CORPI DI POLIZIA
(ANSA) – ROMA, 14 GEN – Riorganizzare il comparto sicurezza unificando i corpi di polizia. Lo chiede Daniele Tissone,
segretario del sindacato di polizia SIlp-Cgil, commentando l'incontro oggi al Viminale tra il viceministro dell'Interno,
Filippo Bubbico ed i sindacati del settore.
Secondo Tissone non puo' essere evitata la “revisione di modelli obsoleti per i quali non ci sono piu' spazi. Se e' vero
che resta rigorosa l'osservanza della nostra Costituzione, tutto il resto puo' essere modificato, cosa che, per il Silp-Cgil equivale a porre sotto il ministero dell'interno polizia e Arma dei carabinieri
“.
La politica, prosegue l'esponente del Silp, “e' oggi chiamata a rivedere modelli organizzativi che vanno adeguati ai tempi premesso che una vera revisione degli apparati di sicurezza passa attraverso l'unificazione vera dei corpi che consentira' risparmi veri e maggiore efficienza in favore dei cittadini”.

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.