Poligono Quirra: perizia, polveri contaminanti durante esplosioni. Personale Militare e Popolazione a rischio contaminazione acuta.

(AGI) – Cagliari, 6 giu. – Nubi di polveri contaminanti si sono sollevate durante le esercitazioni nel poligono del Salto di Quirra, il più` esteso d`Europa (tra le province di Cagliari e Ogliastra), con rischi per i militari e le popolazioni delle aree circostanti. E` quanto evidenziato nella superperizia depositata dal perito Mario Mariani, docente del politecnico di Milano, al quale si era rivolto il gup di Lanusei (Ogiiastra) Nicola Clivio, davanti al quale si sta celebrando la fase preliminare del procedimento per presunto disastro ambientale nel poligono interforze del Salto di Quirra: e` attesa la pronuncia del gup su 20 richieste di rinvio a giudizio.  L`esperto ha escluso che nell`area dedicata alle esercitazioni belliche ci sia una situazione di disastro ambientale, ma ha precisato che le analisi effettuate sono riferibili “a una situazione statica, a `riposo`”. “Completamente diversa”, spiega Mariani, “può` presentarsi la situazione conseguente le attività` militari fortemente impattanti sul suolo. In questo caso non si può` escludere che la grande quantità` di polveri sospese contenenti particelle contaminanti, con la presenza di particolari situazioni metereologiche, abbiano potuto esporre a rischi di contaminazione acuta, oltre al personale in servizio nel poligono nelle aree vicine o sottovento e privo di idonei dispositivi di protezione individuale, anche la popolazione delle aree circostanti“. – Si legge ancora nella perizia: “l`attività` antropica di tipo militare, che ha comportato la ripetuta esplosione nel tempo di ordigni in aria e al suolo, ha certamente causato la sospensione in aria di particolato fine, soprattutto nei tempi brevi dopo l`evento”. “L`attività` militare condotta nel poligono ha favorito la dispersione di particolato con presenza di specie di uranio, torio e contaminanti tossici di varia natura” che potrebbero essere finiti anche fuori dalla zona militare. Ma la questione delle nano-particelle, ha precisato il perito, non era oggetto dell`indagine condotta, anche perche` fa parte di una nuova frontiera di studi.

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.

Militariassodipro.org
Vuoi le nostre news nella tua casella di posta?

Iscriviti alla nostra mailing list per ottenere informazioni interessanti e aggiornamenti.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.