POLIZIOTTI IN PIAZZA, OPPOSIZIONE ALL'ATTACCO CONTRO I TAGLI/RIEPILOGO (5)

 Anche al centro dello schieramento non si lesinano critiche all'esecutivo: “Le Forze dell'ordine -dice Gianpiero D'Alia, presidente dei senatori Udc- danno ogni giorno un contributo determinante per la sicurezza del Paese.
Il governo e qualche ministro, pero', continuano a tagliare su organici e mezzi necessari, ritenendo la sicurezza soltanto un costo.
Forse la maggioranza dimentica che queste sono le stesse persone che ogni giorno danno il loro contributo contro la mafia, il terrorismo e la criminalita' organizzata. E' inammissibile -conclude- che in un Paese civile, le forze dell'ordine siano costrette a manifestare contro il proprio governo”.

A difesa delle ragioni dei manifestanti si schiera il segretario del Prc. Per Paolo Ferrero “oggi i poliziotti italiani sono giustamente scesi in piazza, davanti alla sede del governo Berlusconi, per protestare contro i tagli operati da un governo, quello Berlusconi, che da un lato legalizza le ronde padane e costringe le forze di polizia a dover cedere a ronde illegali e anti-costituzionali diritti e prerogative, mentre dall'altro taglia i finanziamenti alla Polizia di Stato.

 Inoltre -prosegue- il comparto sicurezza del nostro Paese (polizia, guardie forestali, polizia penitenziaria) e' in lotta anche per un rinnovo contrattuale e il riordino delle carriere messo in crisi dalla sciagurata politica di contro-contrattuale perseguia dal governo che punta a isolare la Cgil come i sindacati di base”. Sul fronte opposto, il presidente de La Destra, Teodoro Buontempo, anche lui sceso in piazza al fianco delle forze di polizia, avverte che “e' inutile approvare nuove leggi per inasprire le pene e per punire nuove ipotesi di reato, se uno Stato non ha strutture efficienti e uomini in divisa motivati.

Purtroppo, la situazione e' gravissima per mancanza di mezzi e infrastrutture, per la continua umiliazione della professionalita' di agenti e funzionari e anche per l'isolamento sociale che e' sempre piu' riscontrabile. Tutto cio' nonostante cambino le coalizioni di governo”. (Adnkronos) – (segue)

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.