Portogallo: Polizia e Militari dopo la MANIFESTAZIONE contro i tagli : “ Se non ci danno risposte a breve, torneremo in piazza ! ”.

A cura di Assodipro, liberamente tratto da ionline.pt 
Il silenzio del Ministro da fastidio della polizia – sia a coloro che erano in servizio sia a chi ha protestato. E il Comitato Permanente di Coordinamento (PCC) – la struttura che ha organizzato l'evento e riunisce sindacati e vari servizi e delle forze di sicurezza – assicura che gli agenti torneranno in piazza, se non vi è alcun cambiamento nel settore. “Se non cambia nulla è garantito che ci sarà una nuova manifestazione”, lo ha detto ieri quando  César Nogueira, capo dell'Associazione dei Guard Professional (APG), che integra il PCC. “La nostra aspettativa è che ci sia, nel brevissimo termine  una risposta per dare almeno un segno che è disponibile per il dialogo”, aggiunge il sindacato. E il “breve termine”, spiega Cesar Nogueira, significa “più tardi entro la fine della prossima settimana.”
SOLIDARIETÀ dei  MILITARI associazioni delle Forze Armate personale (FA) appoggiano le forze di sicurezza e hanno annunciato  che la manifestazione del settore in programma per Sabato prossimo sarà simile alla precedente. “La chiave per ciò che è accaduto e che cosa accadrà nei prossimi 15 giorni [Le somiglianze sono] non è esattamente il modo in cui le cose possono avvenire, ma più sul contenuto” dei crediti, ha detto Manuel Cracel dell’Associazione degli Ufficiali delle Forze Armate.
La POLITICA : Parlando in parlamento, l'onorevole socialdemocratico Fernando Negrao ha detto che la manifestazione delle forze di sicurezza lo scorso Giovedi avrà “ovviamente” eco nel governo  – che mira a “rafforzare” il dialogo con i sindacati del settore. E 'stato un “importante manifestazione, che ha rivelato gravi preoccupazioni tra i membri delle forze di sicurezza”, ha anche evidenziato il presidente della commissione Affari costituzionali. UN “PUNTO LIMITE” Per il PS, il Ministro dovrebbe “avere una parola” su quanto accaduto, soprattutto perché “c'è un blocco del Ministero delle Finanze al Ministero degli Affari Interni”. Antonio Galamba, segretario nazionale del partito, sostiene che “non c'è minimo che deve essere fornito a coloro che svolgono funzioni di sovranità”, che non sta accadendo, ha sottolineato , aggiungendo che le forze di sicurezza sono già in un “punto limite “. Quando ci siamo incontrati con i sindacati ci dicono che hanno meno le condizioni per scoraggiare ulteriori iniziative radicali, c'è un sacco di angoscia e disperazione nelle forze di sicurezza”, avverte, sostenendo che l'esecutivo è quello di “creare le condizioni per una situazione molto pericolosa.”

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.

Militariassodipro.org
Vuoi le nostre news nella tua casella di posta?

Iscriviti alla nostra mailing list per ottenere informazioni interessanti e aggiornamenti.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.