RIORDINO DELLE CARRIERE, RINNOVO CONTRATTO E BONUS 80 EURO. Ad oggi non ci sono risposte e trionfano solo dubbi e interpretazioni diverse. Militari senza diritti sindacali in balia dei numeri

Assodipro Roma
A quanto ammonteranno gli aumenti medi mensili dopo 7 anni di blocco dei Contratti ?
Gli 80 euro saranno o no strutturali ? e strutturati (tassati) rimarranno 80netti o molto meno? 
Bisognerà scegliere tra un pessimo riordino e gli 80 euro ?
Perdendo dalla busta paga gli 80 euro netti, che diventerebbero, pare,80 tassati; perdendo anche la vacanza contrattuale( circa 10 euro ) con gli aumenti del contratto e di un riordino con tantissime ombre e non concertato, riusciremo ad avere un saldo positivo tra la retribuzione per rinnovo contratto e quella post rinnovo ? e di quanto ?
Ad oggi nessuno lo ha detto o lo ha chiarito ufficialmente, siamo poco più che al punto di un classico ” attendere prego “dopo 7 anni di blocco contratti ed a giorni dai numeri letti sulla legge di stabilità, ballerini e dubitativi, sulle risorse. 
Negli ultimi giorni la rete si è sbizzarrita con varie interpretazioni e commenti ” informativi “.
Sulle risorse per il rinnovo contratto, sul destino degli 80 euro che potrebbero essere, addirittura,alternativi ad un pessimo riordino delle carriere che piace a pochi, molto pochi,e sulle cifre per il rinnovo contratto per il comparto difesa e sicurezza, fornendo solo numeri totali e senza specificare in quali cifre di aumento medio netto mensile si tradurrebbero i NUMERI.Non leggiamo di incontri programmati dal Governo per avviare il rinnovo del Contratto e per chiarire definitivamente le risorse sui punti in questione.
Nessun CoCeR ( sindacati gialli dei militari ) da un suo parere ufficiale o informa ufficialmente,come dovrebbe doverosamente fare, ne sul Riordino che NON riordina, nè sulle risorse, nè sugli 80 Euro!
MENTRE I PALAZZI TACCIONO, senza informare il personale,e con loro tacciono i CoCeR sindacati gialli,
Vi proponiamo, tra i tanti commenti reperibili in rete,un commento di un delegato CoceR GdF, tratto dal sito ficiesse, e un breve commento del segretario del SaP polizia tratto dal sito del sap.
DDL BILANCIO 2017: RISORSE STRUTTURALI PER RIORDINO, CONTRATTO E BONUS (CHE VOLENDO PUO’ ESSERE RESO PENSIONABILE GIA’ DAL 2017) di Gianluca Taccalozzi.mercoledì 02 novembre 2016
Dopo giorni di attesa è finalmente disponibile il testo del DDL Bilancio 2017. Per quanto di interesse del comparto
sicurezza e difesa, l’art. 52 del DDL sembra confermare, pur rimandando la concreta attuazione e l’esplicitazione
analitica delle risorse ad un futuro d.p.c.m., quanto annunciato nei giorni scorsi:le risorse aggiuntive rispetto a quelle già previste a legislazione vigente (119 milioni di cui alla finanziaria 2004 + i risparmi d.lgs. 177/2016 per il comparto sicurezza o i risparmi della legge 244/2012 per il comparto difesa) per la definizione del riordino, sono previste dal comma 2 lettera c) e dovrebbero attestarsi attorno a 250 milioni di euro l’anno;le risorse aggiuntive (rispetto ai 300 milioni già previsti a legislazione vigente dalla legge di stabilità 2016) per il contratto degli enti centrali (compreso il personale in regime di diritto pubblico e, quindi, il comparto sicurezza e difesa) sono previste dal comma 2 lettera a) e dovrebbero attestarsi attorno a complessivi 350 milioni per il 2017 e 800 milioni a decorrere dal 2018;la stabilizzazione delle risorse di cui all’articolo 1 comma 972 della legge di stabilità 2016 (circa 480 milionidi euro) è prevista dal comma 2 lettera c), nella stessa lettera si stabilisce che le stesse risorse potranno essere utilizzate per pagare il bonus di 80 euro così come è (per il solo 2017) “ovvero” per renderle pensionabili(anche già dal 2017) attraverso un ulteriore provvedimento legislativo, presumibilmente individuabile nell’eventuale decreto legislativo di riordino;le risorse aggiuntive per le assunzioni straordinarie sono previste dal comma 2 lettera b) e dovrebbero attestarsi a 400 milioni di euro a decorrere dal 2017.Se le cifre sopra riportate dovessero essere confermate, al comparto sicurezza e difesa sarebbero destinati 480 milioni di euro per la stabilizzazione del bonus, 250 milioni di euro per il rifinanziamento del riordino, più la quota parte di pertinenza del contratto (circa 150 milioni per il 2017 e circa 300 milioni di euro a decorrere dal 2018 se le proporzioni – 74 mln rispetto a 300 mln di euro complessivi – indicate nella legge di stabilità 2016 saranno confermate) e più la quota parte di pertinenza per le assunzioni straordinarie.Gianluca Taccalozzi – Delegato Co.Ce.R. – Guardia di FinanzaIl 
Il segretario del SAP Gianni Tonelli, sui punti risorse, riordino e 80 euro, tra l'altro afferma:
” Il testo ufficiale della Legge di Stabilità 2017 presentata dal governo e in discussione al parlamento non è molto difforme da quello cheabbiamo precedentemente pubblicato, descrittoe analizzato.
Le notizie non sono per nulla confortanti ! Il turn over non viene sbloccato, ci sono fondi per finanziare contratti con cifre risibili, al disotto di 10 euro nette e, la novità assoluta, è il fatto che ci dovremmo giocare a testa o croce
questi 80 euro.
Per decidere se li vogliamo nel riordino dellecarriere oppure prenderli come una tantum, congli stessi criteri dello scorso anno…Di che meno (-) siete?Dovete prendere consapevolezza che a gennaiopercepirete uno stipendio inferiore di quello didicembre, quindi …Di che meno sarete? “.

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.

Militariassodipro.org
Vuoi le nostre news nella tua casella di posta?

Iscriviti alla nostra mailing list per ottenere informazioni interessanti e aggiornamenti.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.