TAGLI AI MILITARI E DIPENDENTI PUBBLICI: Nella Legge di Stabilità è Confermato ANCHE il "FURTO" sulla Liquidazione che sarà corrisposta a RATE !

Con l'approvazione al Senato della legge di stabilità vengono confermate le penalizzazioni per i dipendenti pubblici ed il comparto Difesa-Sicurezza. Blocco dei Contrattiturn over minimorisorse minori per le indennità accessorie decurtate in base alle uscite dal servizio  ed il “ FURTOsulla liquidazione ! TUTTI COLORO CHE  cesseranno dal servizio, per avere i propri soldi, versati per anni mensilmente, dovranno attendere 2 – 3 ANNI !  vi ri-proponiamo l'articolo pubblicato un mese fà e che, alla luce dell'approvazione della legge di stabilità al Senato, diventa ancora più attuale. Un mese fà lo avevamo proposto con i seguenti titolo e sotto-titolo : ” Sussulti di Dignità Rappresentativa–Coir Carabinieri Vittorio Veneto–Pensioni ed il “furto“ sulla liquidazione–Con la legge di stabilità “ dei privilegi” pagano solo i soliti noti. Stipendi ed indennità bloccate – Liquidazione a rate in 3-4 anni e senza interessi mentre vertici politici e militari si tengono stretti i loro privilegi”.

A cura di Assodipro.
La dignità di rappresentare il personale a testa alta rompe gli schemi da sindacato giallo che troppi settori intermedi e Centrali della rappresentanza militare attuano.
La delibera del COIR Vittorio Veneto né è esempio. Il Consiglio Intermedio dei Carabinieri Vittorio Veneto In una recente delibera che riassumiamo scrive : COIR  Carabinieri Vittorio Veneto : legge di stabilità dei soliti privilegi; continuano a pagarla solo i servitori più poveri. Letto lo schema della legge di stabilità; Rilevato il blocco dei contratti fino al 2014 ; congelata la vacanza contrattuale a quella in godimento nel 2013; rilevato che chi andrà in pensione di anzianità comincia a prendere  la buonuscita dopo 2 anni  – Osservato che i riverberi di tali misure emergono chiaramente se consideriamo come esempio un appuntato dei Carabinieri che, dopo una vita difficile e di quotidiano rischio della vita, con gli scatti di anzianità bloccati, riesce ad arrivare all’agognata tappa del pensionamento nel 2014 dopo 41 anni e 3 mesi contributivi, accedendo ad una pensione di anzianità. Si troverà con una pensione prossima allo stato di povertà e, paradossalmente ed incredibilmente, nel caso di pensione di anzianità: l’erogazione avverrà non prima dei due anni laddove l’importo lordo superasse i 50mila euro e per percepire il proprio assegno dovrà aspettare anche 4 anni ( 1° anno 0 – 2° anno 0 – 3° anno 50mila euro lordi – 4° anno la rimanete somma spettante ).
Nel frattempo avrà percepito solo la misera pensione non avendo alcuna certezza del diritto in quanto, avendo assolto a tutte le imposte, compresa quella sulla buonuscita, effettuate alla fonte, illuso che la contropartita alla fine della carriera fosse una pensione dignitosa ed i soldi accantonati della buonuscita, si trova con il proprio assegno mensile ridotto per le ritenute citate. TUTTAVIA, mentre il Carabiniere, dopo almeno 41 anni e 3 mesi, per prendere I SUOI SOLDI ha bisogno di circa 4 anni di tempo, un VICE COMANDANTE DELL’ARMA o della Finanza con la sua *SIP, oppure un qualsiasi altro alto Dirigente dello Stato, nonché tutti gli Onorevoli e Senatori e Ministri ( proponenti ed estensori di tali norme) tra stipendi ed indennità o vitalizi, prendono mediamente oltre 15 mila euro mese; Quindi, nei prossimi 3 mesi intascheranno la somma che sarà data al  Militare, come liquidazione ma lo stesso  dovrà aspettare 3-4  anni “.
Delibera approvata all’unanimità . Padova  25 Ottobre 2013
*COSA è LA SIPSpeciale Indennità Pensionabile: “ per i vertici delle Forze armate è stata istituita con l’articolo 65, comma 4, del decreto legislativo 490/97, integrato con l’articolo 27 del decreto legislativo 216/2000 e in seguito rinnovellato nell’articolo 1818 del decreto legislativo 66/2010. Su www.ilgiornale.it nel dicembre 2011 è stato pubblicato un articolo –– a firma di Fausto Biloslavo ove è riportato, in sintesi  che: “(…) I Capi di stato maggiore tirano i remi in barca con una liquidazione che sfiora il milione di euro e 15 mila euro di pensione. Non solo: i vertici delle Forze armate, compresi Carabinieri e Finanza, godono di una speciale indennità pensionabile di 409 mila euro lordi, che in tempi di vacche magre salta agli occhi. (…) Nel 1981 il primo a godere della speciale indennità pensionabile era stato il Capo della polizia. Nel corso degli anni si sono aggiunti il Comandante della Guardia forestale e il Direttore generale delle carceri. Le stellette hanno brontolato chiedendo, per certi versi a ragione, uguali diritti e così la SIP è stata garantita anche al Comandante generale dei Carabinieri, a quello della Finanza ed ai Capi di stato maggiore delle Forze armate che sono 4 (Difesa, Esercito, Aeronautica e Marina), oltre che al Segretario generale e direttore degli armamenti. (…) L’aspetto più controverso è quel termine pensionabile. In pratica la speciale indennità viene poi riconosciuta per calcolare la pensione (…)”.
IL famoso motto, se il soldato si lagna bisogna alzare lo stipendio al generale, TRIONFA anche con il Governo del “ fare “.

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.

Militariassodipro.org
Vuoi le nostre news nella tua casella di posta?

Iscriviti alla nostra mailing list per ottenere informazioni interessanti e aggiornamenti.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.