Usa, nel 2009 aumentano i suicidi tra i soldati statunitensi

Nel 2009 si teme che il numero dei suicidi all'interno dell'esercito statunitense possa raggiungere una cifra record. Secondo il generale Peter Chiarelli, numero due delle truppe Usa, fino al sedici novembre si sarebbero già tolti la vita centoquaranta soldati, ossia il totale dei casi registrati nel corso del 2008.
La cifra spaventa le gerarchie militari, perché si teme che entro la fine del 2009 altri soldati possano suicidarsi. Il fenomeno non sarebbe però da mettere in relazione con il dispiegamento dei reparti statunitensi in Iraq e in Afganistan. “Sui 140 casi di suicidi registrati quest'anno – ha affermato il generale Chiarelli – solo un terzo è stato impiegato nei fronti di combattimento”.
Secondo le fonti militari i soldati tendono a suicidarsi dopo aver lasciato una base o aver trascorso diverso tempo nello stesso luogo negli Stati Uniti. Anche l'abuso di alcol, droghe e farmaci hanno raggiunto un tasso più elevato, rispetto agli anni passati. L'annuncio del triste primato avviene poco dopo la scelta del presidente statunitense Barack Obama di inviare ulteriori rinforzi in Afganistan.
Secondo un sondaggio pubblicato ieri dal Washington Post e da ABC News solo il 44 per cento della popolazione degli Stati Uniti ritiene sia giusto proseguire la guerra in Afganistan, mentre il 52 per cento è contraria.

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.