Accade in Spagna: Il Tenente Luis Gonzalo Segura scrive un libro su sprechi e corruzione nelle Forze Armate Spagnole; Ora è in Sciopero della fame dopo condanna a 2 mesi .

A cura di Assodipro

Il tenente dell’Esercito Spagnolo Luis Gonzalo Segura è  autore di ” Un passo avanti ' libro  in cui denuncia presunte violazioni e irregolarità nell'esercito, è da giorni in sciopero della fame ed è ricoverato in ospedale Gómez Ulla de Madrid sotto custodia della polizia militare con un calendario di visite limitato. 
Associazioni e Gruppi di Militari chiedono che il caso vada  in un tribunale  civile ed affermano:  “Vogliamo che questo caso passi  dalle mani del disciplinare militare per  andare in tribunale in modo da poter almeno valutato da un giudice e non da una cricca di militari che hanno il potere di sanzionare senza alcun potere per la difesa” .
Segura è accusato di  due reati militari gravi e condannato a due mesi di reclusione anche per le  dichiarazioni fatte con vari  vari mezzi per promuovere il suo  libro. Ha anche aperto una causa amministrativa per il contenuto del libro, che potrebbe comportare l'espulsione dalle Forze Armate e con una pena compresa tra sei mesi e sei anni di carcere. 
Il libro , che ha venduto più di 18.000 copie, tratta di  scostamenti di bilancio per l'acquisto di carburante, cibo, apparecchiature informatiche e armi. L'autore spera che il clamore causato “serva come ispirazione per altri compagni per il coraggio di denunciare gli abusi a cui sono sottoposti.” 
Segura, per denunciare  la propria situazione e difendere la libertà di espressione, ha deciso di fare lo  sciopero della fame iniziando proprio il giorno prima della sentenza per il suo arresto, e da 18 giorni che resiste senza cibo. Da quando ha cominciato lo sciopero della fame, Segura racconta come si sente attraverso Facebook, ed ha, fino ad ora ,  il sostegno di oltre 13.000 persone che lo seguono.  Ci sono molti colleghi che lo sostengono. Il 2 agosto alcuni di loro sono andati alle porte dell'ospedale con uno striscione per chiedere la liberazione del tenente ed hanno  inviato una lettera a Filippo VI chiedendo di intervenire nel rilascio di Segura. Mentre la maggior parte lo supportano in silenzio. Secondo alcune fonti , “c'è molta paura di andare a vederlo, perché possiamo prendere il lavoro” perché la realtà l'esercito è lo stesso che il libro racconta . “Io stesso ho sperimentato alcune delle situazioni che racconta,”insiste la fonte consultata da STAR DIGITAL.

Al tenente  Luis Gonzalo Segura dell’ Associazione di Militari Spagnoli AUME inviamo un breve messaggio : “SOLO ENVIARTE EN ESTOS DIFÍCILES MOMENTOS UN ABRAZO. DE COMPAÑEROS Italiani A COMPAÑEROS Spagnoli !” 

Clicca per la pagina facebook del tenente Segura .Dalla pagina si può accedere anche ad una petizione in suo favore


Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.

Militariassodipro.org
Vuoi le nostre news nella tua casella di posta?

Iscriviti alla nostra mailing list per ottenere informazioni interessanti e aggiornamenti.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.