ANCORA SUICIDI NEI CARABINIERI. BASTA ! M.llo Paolo FIORELLO si suicida in caserma a Pizzo Calabro. Gen. DEL SETTE Ministro Difesa e Governo indaghino su questo fenomeno, basta ignorarlo. Le poche notizie dei media non ci bastano più, si indaghi e si analizzi il fenomeno.

A cura di Assodipro Nazionale

Presidente  Nazionale Salvatore Rullo

ENNESIMO SUICIDIO NEI CARABINIERI . Ennesimo suicidio compiuto in caserma, sul luogo di lavoro, come se si volesse lanciare un ultimo drammatico messaggio : Qui sono o problemi ed i motivi e qui compio l’estremo gesto !

Si faccia chiarezza, si indaghi su questo e su TANTI / TROPPI suicidi nei carabinieri e nelle forze di polizia. Cittadini in uniforme senza diritti e tutele che come estrema denuncia si tolgono la vita sul “ posto di lavoro “.

La politica ed i vertici NON chiudano più occhi e NON rimangano più sordi a più democrazia, diritti e tutele sul lavoro. Il delicato lavoro di tutore dell’ordine e della sicurezza , Il delicato lavoro di chi è chiamato ad “ esportare la democrazia “ e non ha democrazia dei diritti nel sul mondo lavorativo, va svolto con diritti e tutele adeguate.

E’ ORA DI DIRE BASTA E AFFRONTARE QUESTO FENOMENO CHE SI RIPETE CON NUMERI E CADENZE DRAMMATICHE.

LA VERSIONE DEI MEDIA : “Il maresciallo Paolo Fiorello,alla guida della Stazione di Pizzo, si è tolto la vita sparandosi un colpo di pistola nel suo ufficio. A fare la scoperta sono stati alcuni colleghi che, increduli, hanno prontamente allertato i sanitari del 118 di Vibo Valentia. Inutili i soccorsi, il maresciallo è deceduto quasi sul colpo. Informata immediatamente la Procura di Vibo Valentia che ha provveduto ad aprire un fascicolo d’inchiesta per chiarire ogni aspetto di una tragedia che lascia senza parole un’intera comunità e quanti in questi anni hanno avuto modo di conoscere ed apprezzare il maresciallo per le sue non comuni doti umani ed un impegno lavorativo svolto sempre in prima linea e con grande spirito di sacrificio.

A  NOI di Assodipro ED A TANTI ALTRI cittadini e operatori del comparto difesa e sicurezza, LE STRIMINZITE VERSIONI DEI MEDIA NON CI BASTANO PIÙ. Tanto più che, dopo la notizia del suicidio, al massimo si fa un articoletto sui funerali, con corone, vertici presenti e conseguenti parole di retorica e circostanza e poi cala il sipario del silenzio fino al prossimo suicidio.

Quello dei suicidi dei carabinieri sul posto di lavoro, davanti a numeri pesanti,  è un tema che si deve affrontare e risolvere con decisione e chiarezza.

Caro Generale DEL SETTE, Ministro Difesa e Governo ( a quando leggi su diritti e tutele su salute e lavoro dei militari ? A quanto un inchiesta seria sui suicidi ? a quando un inversione di tendenza su negazioni / compressioni e cancellazioni dei diritti ? vedi ad esempio Corpo Forestale annullato e militarizzato)  DOVETE AFFRONTARE e RISOLVERE il problema non ascoltando cori servili di chi non rappresenta nessuno ma guardando la cruda realtà e parlando con il personale guardando : all’uomo che svolge il suo lavoro con la divisa di carabiniere o di forza di polizia, ai suoi diritti, ai diritti che gli sono negati con una SPECIFICITÀ che è su troppi punti, su lavoro e salute è una NEGATIVITA’ , al suo impiego, alle sue condizioni di lavoro, ai numeri di personale che svolge le attività ecc.

L’ Immagine e la FOTO che vi proponiamo sono tratte dal profilo FB del Maresciallo Paolo FIORELLO. Scriveva molto poco sul suo profilo pubblico ma uno dei suoi pochi  post pubblicati ci fa riflettere. E’ il post di una frase “   Il SILENZIO NON è NON AVERE PIU’ NIENTE DA DIRE. E’ NON AVERE PIU’ VOGLIA DI DIRLO “.

Chiedere indagini serie, rigorose e rapide sul suicidio del M.llo Fiorello e di altri, troppi altri, è doveroso. Risparmiateci i soliti “ motivi familiari o sentimentali “. Ormai è un disco rotto ascoltare sempre gli stessi motivi per poi archiviare e ritrovarsi tra un mese con un altro SUICIDIO.  

Related Posts

About The Author

Militariassodipro.org
Vuoi le nostre news nella tua casella di posta?

Iscriviti alla nostra mailing list per ottenere informazioni interessanti e aggiornamenti.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.