Commissione INCHIESTA Camera su effetti utilizzo URANIO IMPOVERITO. Audizione del Generale Graziano CSMD. 32 minuti di relazione, mai usato i termini “ Malati e Morti per Uranio” .

A cura di Assodipro Nazionale

Si è svolta ieri un altra audizione della Commisione di Inchiesta sugli effetti dell'utilizzo di Uranio Impoverito. 
Non essendo disponibile il resoconto stenografico abbiamo ascoltato la seduta e proponiamo ai nostri lettori le seguente sintesi. 

On. Gian Piero Scanu ( presidente commissione ) : “ Il generale Graziano è accompagnato da Carmine Masiello , generale di divisione capo ufficio dello stato maggiore difesa e dal generale di brigata Stefano del Colle vice capo di gabinetto della difesa. La commissione è stata convocata per affrontare alcuni degli snodi fondamentali della nostra inchiesta. Intendo rassicurare il generale che , essendo questo il parlamento, tutto si svolgerà nel principio della leale collaborazione, questa commissione opera alla ricerca del bene comune”. Proceda con la sua relazione, poi ci saranno delle domande. Se vorrà può risponde, se no lo farà in altra audizione”. 
Il Generale Graziano comincia la sua relazione ( questa è la sintesi ) : “… rivolgo un pensiero a tutti i militari deceduti in tutte le operazioni , in addestramento, feriti a ammalati in servizio ed a causa di servizio e unisco il mio cordoglio alle famiglie….. “ come già riferito dall’ Osservatorio epidemiologico della Difesa, per i dati in possesso, si può evincere che la partecipazioni ad operazioni militari all’estero non presenta un rischio specifico per l’insorgenza di neoplasiel’insorgenza di tumori tra i militari appare inferiore a quella della popolazione italiana in base all’associazione italiana registro tumori “… “La Difesa ha compiuto un grande sforzo negli ultimi anni nel settore delle bonifiche ambientali anche in situazione di perdurante carenza di risorse… I rischi sanitari che corrono i nostri militari nelle aree di operazione sono : rischio di malaria e tubercolosi nel corno d’ Africa; di malaria, tubercolosi e colera, a secondo delle aree in Afghanistan , mentre restano non trascurabili i rischi di tubercolosi in Iraq”. (minuto 32 dell’audizione) : “ ad ogni buon conto preciso che le Forze Armate non dispongono di munizionamento a Uranio impoverito e che procedure di impiego nei poligoni non ne consento l’uso, come è stato più volte ribadito in numerose commissioni “.
NEI 32 MINUTI E 49 SECONDI della sua relazione alla Commissione di Inchiesta sugli effetti dell’uso di Uranio Impoverito , il Generale Graziano NON  ha usato le parole : URANIO ( se non per dire che noi non abbiamo proiettili a Uranio impoverito) , Militari MALATI DI TUMORE PER URANIO, Militari MORTI PER CAUSA DI URANIO IMPOVERITO. L’argomento che riguarda centinaia di Militari morti e migliaia di malati per Uranio non è stato né citato né trattato 
Sintesi di alcuni interventi dei membri della Commissione
On.  Duranti (SeL): “nella sua relazione non è stata trattata la questione attinente  l’amianto tutt’ora presente su navi e mezzi militari. Volevo capire a che punto è l’operazione di bonifica dei mezzi e se c’è  una mappatura sulla presenza di Amianto”.
On. Ivan Catalano ( misto ):  fa una domanda inerente la Carta Multi Servizi Difesa, quali dati sanitari vengono immagazzinati nella carta ? On. Luigi Laquaniti (PD) : “ ringrazio il generale e farò una domanda brevissima. Lei ha fatto riferimento ai dati di bilancio ristretti, cosa succede se le risorse mancano per le sicurezza? È possibile sospende l’attività pericolosa se mancano risorse ? 
On. Giulia Grillo (M5S)  : “ sono rimasta un po stranita che nella sua relazione NON abbia citato quello che è l’oggetto della commissione d’inchiesta , cioè le VITTIME di URANIO IMPOVERITO, questa commissione nasce proprio da questo motivo, diversi militari hanno fatto causa contro la vostra amministrazione e hanno vinto  ! in più di 40 situazioni è stato riconosciuto il nesso causale tra l’esposizione ad Uranio Impoverito e le patologie riscontrate, per le quali alcuni militari sono venuti a mancare. Mi aspettavo che avesse letto qualcosa nella sua relazione, e non mi sembra lei lo abbia fatto, se mi è sfuggito mi scuso, in caso mi corregge. Riguardo la quantità di tumori , lei ha riportato quanto ha già detto l’istituto per la sanità militare; le comunico un approfondimento dell’ Istituto Superiore di sanità : gli studi sull’incidenza di tumori si fanno su una popolazione a rischio, quindi non ha senso, da un punto di vista scientifico, paragonare la popolazione militare che è esposta a rischi diversi dalla popolazione civile “ …..  Lei ha parlato solo della malaria, ( ndr : in un passaggio si è parlato di tendine di protezione ) ma qua dobbiamo parlare dell’esposizione alle nano particelle prodotte dalla armi arricchite con Uranio , le testimonianze che ci hanno portato dei militari dimostra che non sono state usate protezioni….Ci sembra ci sia un non rispetto dei protocolli previsti di tutela sanitaria e questo vale anche per le vaccinazioni…. Il tutto viene confermato anche dalle  cause vinte” . In una nota dell’Esercito si fa riferimento a munizioni che raggiungono 3-4000 gradi, ci sa dire che tipo di munizioni sono ? Le risulta quanto evidenziato dalla trasmissione Report su uso di proiettili a Uranio Impoverito nel Poligono di salto di Quirra ? 
Gian Piero Scanu ( presidente commissione ) : le sarà chiaro che avremo il piacere di averla ospite ancora nel mese di Maggio. Ho anche io qualche domanda . Vorrei pregarla di far pervenire l’elenco dei poligoni con l’elenco dei responsabili per una visita della commissione sull’impatto dei poligoni. Le chiedo il documento di valutazione rischi di due poligoni che ci farà pervenire. Già i documenti della commissione Costa acclarano l’esistenza di patologie e di morti a seguito di determinate condizioni e nella stessa si parla di Uranio Impoverito. La parte più promettente della sua relazione è la sua frase “ esistono margini di miglioramento riguardo la tutela e la sicurezza della salute dei militari”, NOI le chiediamo di disporsi in maniera tale che, quando lei tornerà, questi margini siano ampi in maniera da raccogliere le preoccupazioni del parlamento e fare in modo che ci possa essere un nuovo impianto normativo. Questa dovrà essere l’ultima commissione di inchiesta. Desidero ringraziarla e caricarle sulle spalle forti la responsabilità di tornare con una apertura che ci consenta di arrivare alla soluzione del problema. Gen. Claudio Graziano ( CSMD) . Ringrazio per le domande, provvederò a fornire risposte.  
 

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.