Cotti (M5s): “Avvocatura smentisce Pinotti, sulla morte di Vacca è beffa”. Gianluca RIZZO e Giulia GRILLO, componenti del M5S Commissione Difesa:“ Ministro Pinotti ritorni a spiegare ”

*Nonostante l’impegno del ministro Roberta Pinotti, l’Avvocatura dello Stato ha presentato ricorso in Cassazione contro la condanna in appello per la morte del caporalmaggiore Salvatore Vacca. Lo fa sapere il senatore M5s Roberto Cotti, per il quale “siamo in presenza di un grave e imbarazzante scontro di poteri e di una magra figura per la Pinotti, che, poco meno di due mesi fa, si era personalmente impegnata davanti alla Commissione parlamentare sull’uranio impoverito a non opporre più resistenza dopo la sentenza della Corte d’Appello, che aveva confermato la condanna della Difesa per non aver protetto adeguatamente il militare sardo morto nel 1999 dopo aver servito in Bosnia, riconoscendo così il nesso causale fra l’esposizione all’uranio impoverito nei Balcani e l’insorgere della malattia”. Il 20 maggio 2016, infatti, il dicastero di via XX settembre è stato ritenuto responsabile di condotta omissiva per non aver protetto adeguatamente il militare morto di leucemia nel 1999 a soli 23 anni.

 
Registriamo e pubblichiamo la seguente dichiarazione di Gianluca Rizzo e Giulia Grillo, componenti del M5S Commissione Difesa:” MA LO STATO FA LA GUERRA A SE STESSO? Queste le parole rilasciate in commissione il 26 maggio dalla ministra Pinotti: “Personalmente (parlo di una mia valutazione di sensibilità politica) ritengo che questa vicenda processuale non vada ulteriormente prolungata. Tutto ciò detto e chiariti i limiti d'azione del Dicastero, perché io parlo come Ministro della Difesa ma esistono altre parti dello Stato che si occupano di queste cose e che non dipendono dalla mia responsabilità…”
Oggi, invece, trapelano notizie su opposta valutazione da parte di un'altra parte dello Stato che, invece, se ne infischia dell'opinione della ministra e preferisce continuare l'agonia e lo strazio per i parenti del caporal Vacca vittima riconosciuta da esposizione a fattori patogeni da Uranio Impoverito.
Perché di questo si tratta, una parte dello Stato contro un'altra parte, evidentemente meno influente e soggetto a valutazioni che influiscono sul suo operato.
Allora ci chiediamo che autorevolezza può mostrare difronte le intere forze armate che sanno di avere un comandante che non è in grado di proteggerli al cospetto di incurie sul luogo del lavoro ?
Chiediamo che il Ministro ritorni ad informare nel dettaglio quali procedure si siano innescate per far si che una dichiarazione rilasciata in commissione venga disattesa dall'Avvocatura dello Stato”.

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.