Di nuovo imbrattate le lapidi per Nassirya

Vandali di nuovo in azione nel parco Schuster: giovedì notte le lapidi che ricordano i militari italiani caduti nelle missioni in Iraq e Afghanistan sono state oggetto di scritte come 'militari servi del popolo' e 'militari infami'.
Le frasi sono già state rimosse, insieme alla firma con una 'A' cerchiata. Non è la prima volta che le lapidi di parco Schuster vengono imbrattate: il 10 novembre scorso ignoti avevano gettato vernice rossa anche su due delle 19 steli del monumento ai caduti di Nassirya. Sulla vicenda è intervenuto Dario Rossin, capogruppo Pdl del comune di Roma: “L'ignobile gesto che sfregia nuovamente le lapidi dei nostri caduti- dice in una nota- è il segnale più vistoso di una pericolosa stupidità che si fa largo in alcuni ambienti.
Nel condannare con forza un gesto vigliacco che è un affronto non solo alla memoria dei caduti, ma alle famiglie dei militari e di tutti coloro che credono nella patria e nella pace, e per questi ideali sono pronti a sacrificare la propria vita, auspico che ne vengano prontamente individuati i responsabili per i quali proporrei, oltre ad una pena severa, anche un faccia a faccia con i familiari delle vittime.
 Questa conoscenza- ha conclude Rossin- potrebbe essere loro utile per comprendere una realtà che evidentemente ignorano, e farli così rinsavire dall'idiozia che li attanaglia” Fonte: roma.repubblica.it

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.

Militariassodipro.org
Vuoi le nostre news nella tua casella di posta?

Iscriviti alla nostra mailing list per ottenere informazioni interessanti e aggiornamenti.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.