DOPO LE PROTESTE DEI SINDACATI DEL PUBBLICO IMPIEGO SUL BLOCCO DEI CONTRATTI, FINALMENTE UN CoCeR Si fa sentire con dignità ed azione rappresentativa del suo personale. CoCeR GdF

DIFFIDA DEL COCER GDF AL GOVERNO MONTI: QUESTO ESECUTIVO E' IN SCADENZA DI MANDATO, NON INTRAPRENDA ALCUNA ULTERIORE INIZIATIVA IN PREGIUDIZIO DEI FINANZIERI COMUNICATO STAMPA    Preso atto delle indiscrezioni apparse sui media, in cui si palesa la volontà da parte del Governo uscente di emanare un decreto ministeriale con cui si intenderebbe esercitare la delega contenuta all’art. 16 comma 1 lettera a) del D.L. 98/2011 al fine di estendere a tutto il 2014 il congelamento dei trattamenti economici del personale pubblico previsto dall’art. 9 del D.L. 78/2010, questo Consiglio, in rappresentanza di 60000 finanzieri, DIFFIDA L’ATTUALE ESECUTIVO DA VOLER INTRAPRENDERE QUALSIASI INIZIATIVA DI QUESTO TIPO IN SCADENZA DI MANDATO, rimandando ogni valutazione al nuovo Governo, così come già avvenuto per il regolamento di armonizzazione previdenziale del comparto sicurezza e difesa.  L’adozione di un tale provvedimento, infatti, configurerebbe un atteggiamento opportunista da parte dell’attuale Esecutivo e soprattutto dell’attuale Presidente del Consiglio, in quanto, se la situazione finanziaria è davvero così drammatica da non poter oggi rinviare la questione al prossimo Governo, ci si chiede come mai questo provvedimento non è stato emanato prima delle recenti elezioni.  Senza contare, che lo stesso art. 9 del D.L. 78/2010 è già all’attenzione della Corte Costituzionale che molto difficilmente potrà emettere una sentenza sfavorevole, visto quanto già dalla stessa deciso, con la sentenza n. 183/2012, in tema di contributo di solidarietà per i dipendenti pubblici con redditi superiori a 90.000,00 € ed in tema di trattamento economico dei magistrati.  
Roma,1-marzo-2013
IL COCER GUARDIA DI FINANZA

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.