APPROVATO! – Esenzione Ticket per prestazioni sanitarie delle Forze di Polizia, Forze Armate, Vigili del Fuoco e Soccorso Pubblico

Come già scritto in precedenza su questo sito, la regione Puglia ha definitivamente approvato una delibera a favore del personale della Polizia, delle Forze Armate e del Soccorso Pubblico per l’esenzione ticket sanitari da situazioni derivanti da incidenti in servizio e per tutta la durata del trattamento medico. Il tutto grazie all’interessamento del consigliere regionale dottor Turco, promotore della proposta di delibera per arrivare a questo risultato. Ringraziamo la regione Puglia il presidente la giunta il dirigente responsabile per il risultato raggiunto, che denota una forte attenzione nei confronti di tutti coloro che giornalmente assicurano la sicurezza della regione sia in ambito di polizia sia per la difesa del territorio e per il soccorso pubblico. Quando la politica da seguito alle promesse fatte è giusto valorizzare il lavoro e l’impegno pertanto ringraziamo tutti coloro che hanno partecipato al raggiungimento di questo risultato. di seguito pubblichiamo la comunicazione che lo stesso dottor Giuseppe Turco ha pubblicato sul suo profilo Facebook.

Ecco la buona notizia che volevo darvi… Leggete un po’ qui 👇

🔴 Sanità, Turco: “Attuata mia mozione. Giunta dice sì a esenzione ticket pronto soccorso per forze armate, corpi di polizia e vigili del fuoco” 🔴

Un atto di equità e di giustizia sociale che recepisce la mia apposita mozione, depositata in Consiglio regionale nel 2019.”

In Puglia gli appartenenti a Corpi di Polizia ad ordinamento civile e militare, Forze Armate e Vigili del Fuoco, e sprovvisti di copertura assicurativa INAIL, che si recano in Pronto soccorso a seguito di “infortunio sul lavoro in servizio” hanno diritto a ricevere le prestazioni sanitarie senza corrispondere alcuna quota di partecipazione. Un risultato grandioso con il quale riconosciamo alle donne e agli uomini, ogni giorno impegnati su più fronti a difesa della nostra sicurezza e integrità, un diritto fondamentale: quello alla salute. E in questa fase pandemica proprio loro sono stati al centro di gesti di straordinaria solidarietà e presenza, mettendo a rischio anche la propria incolumità.

Ora, e dico finalmente, la Puglia è tra le poche Regioni italiane che da oggi potranno vantare una simile normativa. Ringrazio quindi la giunta regionale e l’assessore alla Sanità Michele Emiliano, che hanno deciso di andare oltre questo impegno stabilendo che le successive prestazioni sanitarie correlate all’infortunio e per il periodo dell’infortunio, e sino a guarigione, non siano assoggettate al pagamento della quota di accesso al pronto soccorso e alla compartecipazione alla spesa.
di seguito il link sul profilo Facebook del consigliere regionale Giuseppe Turco https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=2793323264220888&id=1666668663553026

Ieri 15 luglio 2020, la Giunta Regionale Puglia, ha raggiunto l’accordo sulla Compartecipazione alla spesa a seguito di infortunio sul lavoro: delibera.

                                                                                     LA GIUNTA
 Udita la relazione e la conseguente proposta del Presidente;
 Viste le sottoscrizioni poste in calce al presente provvedimento dalla responsabile di P.O. e
dai dirigenti di sezione;
 A voti unanimi espressi nei modi di legge.
DELIBERA
1. di stabilire che coloro che non godono di copertura assicurativa INAIL appartenenti a Corpi di Polizia ad Ordinamento civile e militare, Forze Armate e Vigili del Fuoco che si recano in Pronto soccorso a seguito di “infortunio sul lavoro in servizio” hanno diritto a ricevere le prestazioni sanitarie senza corrispondere alcuna quota di partecipazione (codice di esenzione L99);
2. di stabilire che le successive prestazioni sanitarie correlate all’infortunio e per il periodo dell’infortunio non siano assoggettate al pagamento della quota di accesso al pronto soccorso e alla compartecipazione alla spesa per i soggetti di cui al punto 1 (codice di esenzione L99);
3. di notificare il presente provvedimento, a cura della Sezione “Strategie e governo dell’Offerta” alla Sezione “Risorse strumentali e tecnologiche”, al Direttore Generale dell’A.Re.S.S., ai Direttori Generali delle ASL, Aziende Ospedaliero Universitarie, IRCCS pubblici e privati, Enti Ecclesiastici;
4. di trasmette il presente provvedimento alla III Commissione consiliare permanente per finalità informativa;
5. di notificare il presente provvedimento ai Distretti Socio – Sanitari, alle Case di Cura private accreditate dotate di P.S., per il tramite dei Direttori Generali delle ASL territorialmente competenti.
6. di disporre la pubblicazione del presente provvedimento sul BURP.

.:: Delibera_Regione_Puglia

Roma, 16 07 2020

Giuseppe Pesciaioli

Articolo correlato

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.