Falco ACCAME: LETTERA DI UN MILITARE (COLPITO DA MALATTIA) ALL’ANAVAFAF. “Lo Stato pare che necessita del certificato di morte per valutare il diritto alla dignità del giusto riconoscimento"

Assodipro Roma 
A cura di Falco ACCAME All’Attenzione del Ministro della Difesa  On. Pinotti (Sono stati cancellati, per motivi di privacy, i riferimenti che possono ricondurre allo scrivente) “
ASS. A.N.A.V.A.F.A.F. VIA ALFREDO NOBEL, n.1 – 00034 COLLEFERRO – Roma 
Sono il militare ….. in congedo per riscontrate patologie da uranio impoverito ….
….. con la presente lettera intendo metterla a conoscenza senza mezzi termini della situazione che da anni, come sa, si protrae nei confronti delle vittime Civili e Militari del Ministero della Difesa, in particolare e nella fattispecie nei confronti dei sottoscritto e dei miei familiari. Durante la Missione da me svolta in Kosovo dal ….. al …. della durata di 10 mesi, al rientro vengo trovato affetto da una forma tumorale in via progressiva con necessità di asportazione immediata, dopo intervento chirurgico inizia una lunga odissea con gravi altre patologie e lesioni iatrogene facenti capo alla stessa patologia, i Dicasteri datori di lavoro da 7 anni negano ad oltranza il giusto riconoscimento utilizzando metodi non dettati da questa democrazia, degni a mio avviso di uno Stato con sistemi dittatoriali occulti il non rispetto dovuto ai malati quali essi siano Militari o Civili, pur accertata la presenza di metalli pesanti nelle cellule tumorali di TUNGSTENO,RAME, FERRO, BARIO ecc. la Commissione Militare Ospedaliera di …… dopo lunga malattia e terapia salvavita procedeva al congedo assoluto del sottoscritto in data ………… avvalendosi di almeno 3 commissioni Medico legali Militari di cui una di Stato per le Vittime del Dovere nonché per le procedure di invalidità ex DPR 37/2009, ascrivendo ai verbale la prima categoria tabella A-UCM (unico complesso morbigeno), conseguente perdita del lavoro per delle patologie da uranio mai tenute sotto monitoraggio dal Ministero, inoltre grazie all'azione Legale di alta professionalità svolta dal mio Avvocato esperto in Diritto Militare oggi riesco a far valere la mia documentazione, la segnalazione con la presente lettera alla vostra associazione é: 1) il Comitato di verifica dopo i dinieghi ad oltranza ha osato cambiare la diagnosi del verbale di congedo per riforma del Militare, tale fatto non permette una giusta trattazione dei dati anamnestici ed emissione dei decreti con esattezza, le alterazioni dei certificati medico legali con aggiunta di dati patologici inesistenti non presenti sui verbali costituisce vero reato, ma pare che il personale “medico legale del COMITATO D.V.” in Roma può fare quello che vuole; 2) II Comando …………. garante dei Diritti umani, trattandosi un suo dipendente da 30 anni in servizio non ha voluto sapere il perché della perdita di lavoro del militare per gravi patologie multiple da uranio impoverito; 3) Il ministero della Difesa mi invitava alla revisione della causa di servizio ai sensi della legge 10 Bis, dopo un lungo silenzio ancora oggi non si sono pronunciati; 4) il Tar di Bari …………… ad inizio intervento del mio avvocato, con modi sarcastici mirati a ridicolizzare comportamentali senza precedenti nella storia della Giustizia di questo Paese, il quale rivolgendosi al Legale commentava: “Avvocato! Avete già spaventato il vostro avversario ho visto che l'avvocato di Stato non si e presentato!” dopo pochi giorni infatti respingeva il ricorso costringendomi in appello, evidente che il malato da contaminazione chimica per bombardamenti sul territorio del Kosovo …………. non interessava particolarmente. 
Da quanto sopra chiedo un vostro intervento …. (omissis).
Inoltre è mio grande onore offrire la mia collaborazione alla vostra associazione sperando che l'andamento delle mie patologie mi consentano di poter sopravvivere ancora qualche anno, infatti Io Stato pare che necessita del certificato di morte dei cittadini per valutare il diritto alla dignità del giusto riconoscimento.”
P.S. La lettera, in versione originale, in busta chiusa, classificata “riservata personale” è stata inviata al Ministro della Difesa e ai Presidenti della Commissione Difesa del Senato e della Camera.

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.

Militariassodipro.org
Vuoi le nostre news nella tua casella di posta?

Iscriviti alla nostra mailing list per ottenere informazioni interessanti e aggiornamenti.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.