Generale Enzo VECCIARELLI capo di SMA manda un messaggio al personale dell’ Aeronautica in 14 punti, sulla maggioranza dei quali concordo pienamente, a parte…. Chissà se interessa anche l’opinione del personale che riceve i messaggi. La mia è quella che segue

A cura di Salvatore Rullo presidente Assodipro

Non è la prima volta, dall’inizio del suo comando, che il Generale Enzo Vecciarelli, capo di Stato Maggiore Aeronautica manda apprezzati messaggi al personale. Viene da chiedersi se, quando li pensa e scrive, si sia mai posto l’obiettivo di sapere cosa ne pensa il personale. Secondo me si, ma non mi è dato sapere se ha dei riscontri in merito, direttamente dal personale, e senza magari ovvi consensi totali dettati da esclusivi motivi gerarchici.

Anche questa volta li ho letti con attenzione e alcuni passaggi mi hanno interessato molto.  Vediamo punto per punto:

GLI UOMINI E LE DONNE DELL’AERONAUTICA MILITARE AL SERVIZIO DEL PAESE

Il personale dell’ Aeronautica Militare :

1.Si pone quale esempio di rispetto degli obblighi e dei doveri derivanti dalla Costituzione, dalle leggi e dai regolamenti , nonché quale garante dell’osservanza dei diritti fondamentali dell’uomo e della salvaguardia delle libere istituzioni . Concordo totalmente ed ancor più sulle parole “ osservanza dei diritti fondamentali dell’uomo “ e ricordo a me stesso ed al cortese lettore quanto segue :

 Il 10 dicembre 1948, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite approvò e proclamò la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani. Ne cito alcuni articoli

Articolo 19 Ogni individuo ha diritto alla libertà di opinione e di espressione incluso il diritto di non essere molestato per la propria opinione e quello di cercare, ricevere e diffondere informazioni e idee attraverso ogni mezzo e senza riguardo a frontiere.

Articolo 20 Ogni individuo ha diritto alla libertà di riunione e di associazione pacifica.

 Articolo 23 Ogni individuo ha diritto al lavoro, alla libera scelta dell’impiego, a giuste e soddisfacenti condizioni di lavoro ed alla protezione contro la disoccupazione. Ogni individuo, senza discriminazione, ha diritto ad eguale retribuzione per eguale lavoro. Ogni individuo che lavora ha diritto ad una rimunerazione equa e soddisfacente che assicuri a lui stesso e alla sua famiglia una esistenza conforme alla dignità umana ed integrata, se necessario, da altri mezzi di protezione sociale.

Ogni individuo ha diritto di fondare dei sindacati e di aderirvi per la difesa dei propri interessi.

Articolo 25 Ogni individuo ha diritto ad un tenore di vita sufficiente a garantire la salute e il benessere proprio e della sua famiglia, con particolare riguardo all’alimentazione, al vestiario, all’abitazione, e alle cure mediche e ai servizi sociali necessari; ed ha diritto alla sicurezza in caso di disoccupazione, malattia, invalidità, vedovanza, vecchiaia o in altro caso di perdita di mezzi di sussistenza per circostanze indipendenti dalla sua volontà. ( il sottolineato in questo articolo è  in riferimento ai tanti militari malati e morti per Uranio e Amianto )  

Articolo 28 Ogni individuo ha diritto ad un ordine sociale e internazionale nel quale i diritti e le libertà enunciati in questa Dichiarazione possano essere pienamente realizzati.

 Torniamo ai punti della lettera del Gen. Vecciarelli :

2.Rifiuta qualsiasi forma di discriminazione, anche larvata, in relazione a censo, etnia, orientamento sessuale, convinzione religiosa e parimenti rifiuta tutto ciò che si configuri come lesivo del principio di parità e dignità di trattamento.   Concordo Totalmente !

3.Si sente al servizio del paese e, sempre cosciente che le risorse assegnate alla Forza Armata appartengo al cittadino, ne fa un impiego attento e sempre privo di interesse personale, rivolto a legittime finalità e sempre informato all’onestà .  Ovviamente Concordo

4.E’ consapevole che ogni comportamento contrario alla morale pubblica ed alla coscienza civica, anche se tenuto fuori dal servizio, comporti ricadute negative sulla propria persona, sul ruolo sociale che egli riveste e sul prestigio e l’onore della Forza Armata. Sicuramente Concordo.

5.Comunica secondo le modalità e le forme previste dall’ordinamento e rifugge con forza il ricorso all’anonimato così come ripudia la sterile polemica e la mera provocazione. Concordo in pieno sul rifuggire all’anonimato metodo vergognoso di partecipare o esprimersi. Da approfondire sul termine “ comunica “ partendo dal punto 1 dove si afferma di essere garante “ dei diritti fondamentali dell’uomo ed aggiungo, di quelli Costituzionali, ritenendo che chi è garante debba anche e democraticamente praticare i diritti , alcuni con normali vincoli ma senza arcaiche negazioni totali. 

6.Esercita il diritto di associazione nelle forme e nei modi previsti dall’ordinamento e mai in contrasto con il giuramento prestato, ripudiando l’adesione a circoli, organismi, siti web o qualsiasi altra forma associativa che richiedano promesse di fedeltà, che non siano trasparenti nell’esplicitare le proprie finalità o che siano sede di comportamenti impropri e/o lesivi per l’immagine della Forza Armata. Fatta salva l’immagine della Forza Armata Questo punto è molto importante, talmente importante che la semplice lettura potrebbe creare equivoci su alcuni passaggi. Sicuramente sarebbe un bellissimo tema di un dibattito sulle forme di associazione e su chi giudica , e su quali parametri, organismi, forme associative e siti web

7.Coniuga la massima trasparenza circa le finalità perseguite ed il modo di operare con la dovuta riservatezza sulle informazioni militari e riguardanti il servizio, applicando il riserbo quale convinto dovere di tutela e mai quale alibi. Si concorda anche su questo punto, scritto molto bene, salvo un approfondimento doveroso sul tema “ riguardanti il servizio

8.Persegue il miglioramento personale, la continua innovazione e, indipendentemente da rango, anzianità anagrafica e di servizio, esercita il diritto dovere di contribuire attivamente alla crescita ed al continuo miglioramento dell’ organizzazione di appartenenza.  Concordo e avrei aggiunto, dopo appartenza, “ e della società “.

9.Premia il merito, favorisce la coesione della Forza Armata, rifugge i comportamenti di natura corporativa, non chiede favori per se o per altri, ne li concede, considerando ogni forma di favoritismo un azione lesiva dei principi di equità e giustizia. Perfettamente d’accordo, anzi di più ! molto di piu ! si faccia alla lettera vigilando su ogni forma di favoritismo.

10.Rifugge ogni forma di prevaricazione, cosi come ripudia prassi inique, meschinità, furbizie, scorciatoie e posizioni di rendita.

Bene Si concorda e si sostiene il punto auspicando verifiche frequenti.

11.Vede nell’intelletto e nella ragione la propria vera forza, che esprime con passione e coraggio.  Straordinariamente concorde ma noto leggera contraddizione con le prime 10 parole del punto 5

12.Opera per incrementare la competenza nelle materie di pertinenza aeronautica, allo scopo di fornire al paese il miglior servizio e collaborare efficacemente con le altre organizzazioni militari e civili, cui garantisce ogni legittimo supporto, rispettandone le competenze.

13.E’ cosciente di dover conseguire il miglior risultato nel rispetto dei valori culturali del paese ed in ogni settore di impiego agisce informandosi alla massima possibile salvaguardia delle risorse umane e materiali.

14.Valorizza le sue competenze sul lavoro di squadra e, sentendosi parte attiva di questa, mira al risultato quale traguardo di uno sforzo collettivo e sinergico traendone gratificazione e realizzazione personaleNaturalmente concorde sui punti 12, 13, 14.

s.rullo@tin.it

Related Posts

Militariassodipro.org
Vuoi le nostre news nella tua casella di posta?

Iscriviti alla nostra mailing list per ottenere informazioni interessanti e aggiornamenti.