I Costi della Giustizia e dei Tribunali Militari–Si Tagliano i Tribunali ordinari ma quelli Militari cercano di Resistere nonostante i costi e la scarsa attività che costa circa 21 Milioni di Euro.

A cura di Assodipro Roma
E di pochi giorni fa la delibera del Coir Palidoro dei Carabinieri dove si “ evidenziava “ una delle novità emanate da  una  circolare del Procuratore militare della Repubblica di Verona in data 17 ottobre 2013 dal titolo: “PROCEDIMENTI PENALI DAVANTI ALL'AUTORITA' GIUDIZIARIA MILITARE DIRETTIVE E LINEE GUIDA PER I COMANDANTI DI CORPO E PER LAPOLIZIA GIUDIZIARIA  ( vedi articolo sul nostro sito del 4 Novembre) .
Nella  stessa circolare, tra il molto altro scritto, con lo scopo e l’ennesimo tentativo di aumentare segnalazioni ed attività della Giustizia Militare, si leggeva che SE IL CARABINIERE si ammala, stante REGOLARE CERTIFICAZIONE MEDICA E  supera i 30 giorni CONTINUATIVI DI MALATTIA SARA' SEGNALATO ALLA PROCURA MILITARE.  
In un articolo de IL MONDO  E i tribunali finirono sotto processo di P.L.  tra l’altro si legge : “ Casta 2  I costi della magistratura militare tra spending review e ipotesi di soppressione E i tribunali finirono sotto processo.  Sono stati tagliati 31 tribunali, altrettante procure, 220 sezioni distaccate di tribunale e 667 uffici dei giudici di pace appartenenti alla magistratura ordinaria, ma le 70 toghe della magistratura militare non si toccano, nonostante abbiano poco o nulla da fare. Un documento che sta circolando in via XX Settembre, tuttavia, da le ore contate a chi voglia difendere la sopravvivenza della giustizia grigioverde. Da quel foglio si evince chiaramente come i carichi di lavoro di tribunali, procure, uffici de] Gip e del Gup, Corte d`appello, procura generale presso la Cassazione e tribunale di sorveglianza, non giustifichino ne la presenza di tutti e 70 i magistrati, ne i circa 21,5 milioni di euro di spese annue del personale dei relativi uffici. Basti pensare, tanto per fare un esempio, che proprio pochi giorni fa il tribunale di sorveglianza ha perso l`ormai unico soggetto residuo sottoposto al suo controllo: il defunto Ericb Priebke. IL ministro della Difesa Antonio Martino (tra il 2001 e il 2006) aveva cercato di far approvare un provvedimento molto criticato sia dai militari ( Il CoCeR AM fù in prima fila su quella battaglia durissima e contribuì  alla NON approvazione ottenendo un importante risultato ) che dai costituzionalisti: portare sotto la competenza dei tribunali militari tutti i reati commessi da militari, in qualsiasi circostanza si verificassero: un espediente per far crescere il volume di lavoro e giustificare l`esistenza della magistratura militare. Il progetto all`epoca si arenò.
COSTI DELLA MAGISTRATURA MILITARE : Magistrati  11.158.379 ; Personale Civile 5.901.970 ; Personale Militare  4.380.245 ; TOTALE 21 MILIONI E 440 MILA EURO. (Stipendi erogati nel 2012)
Gabriele CASALENA Presidente Associazione Nazionale Magistrati Militari, in una replica sul Tempo a Piero La Porta ( 6 nov. 2013), tra l’altro ha dichiarato : “  L`esercizio della giurisdizione militare svolge un ruolo fondamentale nell`assicurare la disciplina e l’efficienza delle Forze Armate in Patria e all`estero. I magistrati amministrano la giustizia in maniera tempestiva e professionale, con serenità e senza protagonismi. Da tempo immemore la nostra Associazione si batte per una razionalizzazione delle regole della giurisdizione, che oggi sovente comportano un`inutile duplicazione di giudizi (militare e ordinario). La nostra Associazione propone di ammodernare i codici militari, introducendo un “Codice per le missioni all`estero” e ampliando l`ambito della giurisdizione militare ai reati ordinari connessi a quelli militari, nonché ai delitti comuni. Ciò aumenterebbe anche il carico di lavoro della giustizia militare, i cui numeri modesti noi per primi abbiamo sempre denunciato in ogni sede. La  soluzione di sopprimere la giustizia militare, riconducendola nell`alveo della giustizia ordinaria. Non farebbe venir meno le  “spese folli” di cui parla,ma, le stesse, graverebbero sul bilancio del Ministero della Giustizia, anziché su quello del Ministero della Difesa. Ma cosi i reati militari sarebbero trattati da quei “tribunali al collasso” noti a livello europeo per il primato di condanne della Cedu a causa dell`eccessiva lunghezza dei procedimenti nonché per il numero di reati prescritti. Siamo sicuri che questa sia la soluzione migliore per le nostre Forze Armate? È alla politica che spetta dare le risposte, possibilmente senza cedere a facili demagogie.  

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.

Militariassodipro.org
Vuoi le nostre news nella tua casella di posta?

Iscriviti alla nostra mailing list per ottenere informazioni interessanti e aggiornamenti.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.