IL 27 ED IL 28 SETTEMBRE CI SONO STATI 2 “fatti” sotto certi aspetti storici .

Roma, 28 set. (Adnkronos) – “In maniera spontanea all'interno di alcune basi dell'Aeronautica i militari si astengono dalle mense per protesta”. Lo afferma il presidente dell'associazione solidarieta' diritto e progresso Emilio Ammiraglia, che chiede alle forze politiche attenzione per quanto riguarda i diritti associativi e sindacali dei militari. L'associazione ASSODIPRO aderisce alla manifestazione organizzata da Cgil e Uil a Roma per protestare contro la spending review per attirare l'attenzione sulla mancanza di diritti all'interno delle forze armate. Il Mattino 28 settembre … 
“Anche i militari protestano «contro la spending rewiew» e i «tagli del governo». «Da oggi per ogni giovedì di ottobre in diverse basi dell'Aeronautica del Paese adotteremo l'unica forma di protesta che ci è consentita, quella di astenerci dalla mensa…”
 
1Un evento spontaneo , di base e nato solo dallinterno, di astensione mensa in alcune basi dell’ Aeronautica partecipata con numeri significativi e che, da notizie avute, sarà ripetuta tutti i Giovedì di Ottobre mese decisivo su spending review e riforma pensioni , tenendo ben presente anche il taglio di 30 mila Militari previsto nella revisione dello strumento militare del ministro difesa. 
La partecipazione iniziale solo di alcune basi pensiamo sia dovuta esclusivamente al fatto che ci sono Enti e Caserme dove la mancanza di informazione regna sovrana ed i rappresentanti dei militari latitano senza informare i loro colleghi o sono essi stessi, colpevolmente disinformati o occultatori di atti-numeri, leggi e notizie. Chiedete , come vostro diritto, ai vostri rappresentanti di essere informati ! Non si fa rappresentanza di base su “ ordine “ , è un ruolo che impone di conoscere, un piccolo ruolo importante in questo momento politico, altrimenti si lascia ad altri o comunque si lascia. Chiedete conto a coloro che vi  “dovrebbero rappresentare o informare “ . La rete è importante ma non è tutto.
Altrimenti ognuno parli con altri colleghi che hanno il DIRITTO di conoscere ed essere informati su cose fondamentali che interesano la vita lavorativa, economica e sociale di Migliaia di Lavoratori delle Forze Armate.
Tutti hanno diritto di conoscere la portata ed i contenuti di certi provvedimenti, ognuno, dopo, si farà la sua analisi e probabilmente, chissà, una volta conosciuti, risulterà una conoscenza talmente indigesta da far mancare l’appetito. 

Sulla potenza ed il controllo dell’informazione/disinformazione ci sarebbe tanto da scrivere, nel nostro piccolo chiedetevi-chiediamoci solo il perché NON tutti i siti  di interesse militare  o seguiti e letti da Militari parlano di  2  “fatti” , nel loro piccolo, storici.  Occultamento di notizie – distrazione o  cosa ?!?

– Una partecipazione alla manifestazione del pubblico impiego contro la spending review tenendo in primo piano la richiesta di DIRITTI ASSOCIATIVI E SINDACALI tanto più urgenti in questo periodo di penalizzanti provvedimenti “ imposti “con durezza a chi HA GIA’ DATO; non a caso lo slogan della manifestazione del 28 era una sigla : A G D = abbiamo già dato. 
 
ASSODIPRO c’era. In pratica e con le dovute proporzioni in base ai periodi storici , si è ripetuta la  “STORIA “ della metà degli anni 70 con le famose proteste che allora erano  per i diritti , per migliori condizioni economiche e lavorative, per un nuovo regolamento di disciplina. 

SPENDING REVIEW – RIFORMA PENSIONI – E REVISIONE DELLO STRUMENTO MILITARE.

3 – PESANTISSIMI PROVVEDIMENTI che contemporaneamente si abbattono su un comparto “specifico” per legge e definito, a parole, cuore dello stato. 

Il Ministro Difesa si è trovato, battendo ogni record dei suoi predecessori , contemporaneamente  ad affrontare : astensione mensa nata dalla base – manifestazione contro la spending review e comunicati ( finalmente ) realistici e duri di tutti i CoCeR dove qualcuno afferma che sarà “ una macelleria sociale tra i militari “. Prendiamo atto credendo logico che occorrerà una coerenza tra parole scritte e risultati o effetti raggiunti. Altrimenti dopo le parole bisognerebbe comportarsi, come democraticamente fanno, i sindacati di polizia che scenderanno in piazza a protestare il 3 Ottobre contro LA RIFORMA DELLE PENSIONI e come NOI ASSODIPRO abbiamo già fatto credendo di dare voce e migliaia di Militari.

Il 3 Ottobre saremo Anche con i sindacati di Polizia contro la Riforma delle Pensioni.

Noi come Associazione da tempo avevamo segnalato e contrastato la durezza ed i contenuti dei 3 provvedimenti di cui sopra. Noi ne parliamo da quando erano bozze poi diventate leggi ( esempio sulla spending review ). Noi , quasi esclusivamente, siamo i soli a lanciare l’allarme da mesi sul progetto di decimazione di posti di lavoro nelle forze Armate con il taglio di 30 mila militari, mentre ciò viene, abbastanza  sottovalutato anche da coloro che “ dovrebbero “ conoscerlo molto bene. Altri sono arrivati tardivamente trascurandone effetti e contenuti ma il famoso detto “ meglio tardi che mai “ in questo caso calza bene.

Fondamentalmente dovremmo avere tutti gli stessi obiettivi , i nostri sono chiari da 20 anni e l’abbiamo dimostrato anche negli ultimi tempi e giorni. 

Il 28 settembre, mentre c’era  la Manifestazione contro la spending review, il Consiglio dei Ministri AVREBBE dovuto esaminare il decreto sulla stessa applicata ai Militari definendone i numeri . L’argomento è stato rinviato !!!! ed è logico pensare che anche  i …   2  “fatti” abbiano provocato forti spifferi nei palazzi dove dovrebbero decidere il nostro futuro lavorativo economico , pensionistico e familiare . La spending è legge dal 7 Agosto e non si può cancellare, vedremo comunque i numeri e le condizioni di uscita di migliaia di militari interessati. LA RIFORMA DELLE PENSIONI  E LA REVISIONE DELLO STRUMENTO MILITARE ( 30 mila posti di lavoratori militari in meno ) si POSSONO FERMARE O almeno RINVIARE all’esame di un governo POLITICO e non più, mai più, con un Ministro Ammiraglio e con la signora Fornero . 

Dipende da NOI, da tutti NOI.

Grazie per il 27 ed il 28 settembre.
s.rullo@tin.it 

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.