Il Coordinamento Comitati Terra dei Fuochi CHIEDE l’immediato ritiro dei 100 militari : “ infruttuosa permanenza“ – “si ridicolizzano le Forze Armate“ – “costi inutili“ .

 
*Ad un anno dalla stipula del Patto per la Terra dei Fuochi, il Coordinamento Comitati Fuochi tra gli organizzatori dell’iniziativa Fiumeinpiena del 16 novembre 2013, constatando la persistenza in misura preoccupante dei fenomeni di sversamento e combustione di rifiuti speciali,   CHIEDE l’immediato ritiro dei 100 militari assegnati, per i costi di cui viene inutilmente gravata la comunità nazionale, ma soprattutto perché ogni giorno d’infruttuosa loro permanenza nel nostro territorio rafforza il senso d’impunità dei mandanti ed esecutori di sversamenti e roghi tossici. 
Non ci si può permettere, inoltre, di ridicolizzare così le Forze armate, che su scenari internazionali ben più complessi e rischiosi, da decenni dimostrano professionalità e competenza
Un loro eventuale reimpiego dovrà avvenire solo con regole d’ingaggio e con dimensionamento quantitativo totalmente riconsiderati.   
Noi abbiamo le idee ben chiare sul da farsi.   RILEVA che l’indecorosa vicenda della L.R. n.20 del 9/12/2013, testimonia lo scarso rispetto che l’Amministrazione regionale nutre nei confronti dei suoi stessi atti legislativi. Allo stato dei fatti, perciò, sembra improponibile ogni ruolo significativo dell’Ente Regione in materia di emersione dell’economia illegale, a legislazione invariata. Va, invece, attuata una sperimentazione, almeno triennale, di regolamentazione in deroga alla vigente normativa, in materia di conferimento e smaltimento di rifiuti speciali prodotti dal polverizzato tessuto delle microaziende “invisibili”. Per queste ultime, la materia dell’emersione fiscale, va tenuta separata da quella, di drammatica urgenza, dello smaltimento dei rifiuti speciali. Non è fatale, infatti, che chi evade debba necessariamente anche distruggere territorio e vite.  

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.

Militariassodipro.org
Vuoi le nostre news nella tua casella di posta?

Iscriviti alla nostra mailing list per ottenere informazioni interessanti e aggiornamenti.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.