Il personale militare da anni si confronta con blocchi e tagli mentre l' ammiraglio De Giorgi fà spendere 30 milioni in più, solo per rifare gli alloggi del quadrato ufficiali di una nave.

Assodipro Roma.
Mentre il personale militare, da anni, si confronta con la negazione dei diritti sindacali e la compressione dei diritti in generale. Mentre il personale paga blocchi stipendiali, senza previdenza complementare che aiuti almeno quelli dai redditi meno elevati, che andranno in pensione con un reddito da poveri,  o il personale con pochi anni di servizio.
Il personale si confronta con  blocchi di carriera, mentre legge articoli dove si parla di lotte di potere tra Ammiragli e Generali per prorogare o far saltare nomine o incarichi  . 
Mentre il personale subisce il taglio di risorse accessorie e di mezzi per svolgere il lavoro quotidiano in nome di tagli e, della così detta,” spending review “;  lo stesso personale che ha anche problemi di alloggi interni e collettivi, legge di alloggi per l'ammiraglio sulla nave, da rifare in quanto non di gradimento con 30 milioni di spesa in più e solo per una nave.
Mentre il personale si trova davanti ad ulteriori tagli di posti di lavoro e di una pesante riorganizzazione dello strumento militare, visto come un mezzo per avere minor militari in servizio, in numero elevato nei gradi più bassi, con contratti a termine ( precari )  per diminuire il ” costo della spesa per stipendi “, ed arrivare ad avere più risorse per investimenti ( armamenti ecc ), il tutto con grande soddisfazione delle lobbi, non suscita  entusiamo leggere, in aggiunta a quelle dei giorni precedenti dove si parla di accordi lobbistici di vertice per le spese militari,  le seguenti notizie
 
tratto da Repubblica.it : ” Inchiesta petrolio, spunta dossier contro De Giorgi. “Tutte le spese folli della Marina” . ROMA – Quella che rischia di essere la bordata finale per l'ammiraglio Giuseppe De Giorgi, già pericolante dopo l'iscrizione al registro degli indagati da parte della procura di Potenza, potrebbe arrivare da un documento anonimo. Una denuncia in piena regola, inviata da quello che sembra essere un ex collega di De Giorgi, tra gli altri, alla presidenza della Repubblica, alla presidenza del Consiglio, al ministro della Difesa. Si tratta di un documento dettagliato, arricchito da numerosi atti ufficiali e pezze d'appoggio originali. Trentacinque pagine ricche di episodi scabrosi, che raccontano, però in particolare due vicende che potrebbero accelerare l'uscita di scena del Capo di Stato Maggiore della Marina.

La prima è quella relativa a un episodio apparentemente grottesco. Una visita che nel giugno del 2013, De Giorgi fece ad una fregata presente nei cantieri di Fincantieri a Muggiano (La Spezia). In quei giorni si stavano completando le ultime fasi di allestimento della nave. “Non gradendo la ripartizione delle aree destinate al quadrato ufficiali ed equipaggio – scrive l'anonimo – e dei camerini destinati al comandante e all'eventuale Ammiraglio presente a bordo”, De Giorgi ordinò ai dirigenti del cantiere presenti di “attuare senza alcun indugio” alcune modifiche indicate a voce. ( CLICCA QUI PER ARTICOLO INTEGRALE di Repubblica) 

 
Ad aggiungere sconcerto leggiamo, tratto dal Corriere.it : ” «Ecco le sue spese milionarie» Il dossier-accusa su De Giorgi.
Festini a bordo della nave Vittorio Veneto con l’ammiraglio Giuseppe De Giorgi — attuale capo di Stato Maggiore della Marina — che almeno in un’occasione attende gli ospiti in groppa a un cavallo bianco. Splendide ragazze trasferite in elicottero e Falcon 20 utilizzati come taxi. Commesse da 30 milioni di euro autorizzate per ristrutturare i salottini e il quadrato ufficiali delle navi. Cene in ristoranti di lusso con numerosi invitati per brindare allo sblocco dei finanziamenti. ( Clicca qui per leggere articolo integrale del corriere.it

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.

Militariassodipro.org
Vuoi le nostre news nella tua casella di posta?

Iscriviti alla nostra mailing list per ottenere informazioni interessanti e aggiornamenti.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.