Legge SCANU e altri: ANCORA BUGIE e Inesattezze sulla pelle dei militari, forse ispirate e scritte da CHI NON VUOLE UNA LEGGE che MIGLIORA DIRITTI DEI MILITARI SU LAVORO E SALUTE. SI APPROVI SUBITO IL TESTO SCANU e altri. UNA LEGGE CHE NON PIACE AI VERTICI. FALSITÀ RILANCIATE e disinformazione strumentale su perdita di equo indennizzo e pensione privilegiata.

OLTRE AD ARTICOLI E COMUNICATI, VI PROPONIAMO, per DOVEROSA E VERA INFORMAZIONE, parti salienti e IL TESTO intero CHE SARA’ VOTATO E PER IL QUALE CHIEDIAMO UNA DOVEROSA APPROVAZIONE DALLA MAGGIOR PARTE DELLE FORZE POLITICHE, per chiudere questa legislatura con almeno una legge che sia un passo in avanti sui diritti e su una necessaria miglior tutela su lavoro e salute del MILITARI TUTTI.

EMENDAMENTO Art. 1Dopo il comma 376, aggiungere i seguenti:

 “376-bis.     A decorrere dalla data di entrata in vigore della presente legge, al personale delle Forze armate, delle Forze di polizia e dei vigili del fuoco si applicano le disposizioni del testo unico per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 30 giugno 1965, n. 1124……… ( FINO AD OGGI NON ESISTEVA ASSICURAZIONE SUGLI INFORTUNI PER I MILITARI )

376-ter. Al personale di cui al comma 376-bis continuano ad applicarsi gli istituti dell’accertamento della dipendenza dell’infermità da causa di servizio, del rimborso delle spese di cura e degenza per causa di servizio, dell’equo indennizzo e della pensione privilegiata nonché le disposizioni di cui al Decreto del Presidente della Repubblica 29 ottobre 2001, n. 461. ( NON SI CANCELLA EQUO INDENNIZZO )

376-quater. L’assolvimento dell’obbligo di denuncia di infortunio sul lavoro o di malattia professionale di cui all’articolo 53 del decreto del Presidente della Repubblica 30 giugno 1965, n. 1124 costituisce condizione di procedibilità della domanda di riconoscimento del diritto alla provvidenza dell’equo indennizzo. L’accertamento positivo sulla sussistenza del nesso di causalità tra l’attività lavorativa e l’infortunio sul lavoro o la malattia professionale effettuato dall’INAIL è vincolante anche ai fini del riconoscimento della dipendenza da causa di servizio della medesima lesione od infermità.  Le prestazioni garantite dall’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali sono cumulabili con le provvidenze previste in favore delle vittime del terrorismo, della criminalità e del dovere, dei familiari di militari vittime del servizio nonché con i trattamenti privilegiati ordinari o speciali correlati alla causa di servizio, con esclusione dell’equo indennizzo ( SALVO TABELLE MIGLIORATIVE INAIL )

376-quinquies. Le Amministrazioni di cui al comma 376-bis, trasmettono all’Inail entro 12 mesi, con modalità da concordare, la denuncia telematica di infortunio sul lavoro o di malattia professionale per l’evento lesivo o infermità che costituisce oggetto del procedimento, in corso alla data di entrata in vigore della presente legge, per l’accertamento della dipendenza della lesione o dell’infermità da causa di servizio ( PRIMA LE AMMINISTRAZIONI NON TRASMETTEVANO NULLA a nessuno salvo tenere i dati all’interno )

PREVENZIONE E CONTROLLO SONO ESTESE A ORGANI TERZI E DIO SOLO SA’ QUANTO SIA IMPORTANTE DOPO TUTTO QUELLO CHE è SUCCESSO ED è EMERSO DALLA COMMISSIONE INCHIESTA e le MIGLIAIA TRA MALATI E MORTI TRA I  MILITARI causa Uranio, radon, amianto ecc.

….  1) il comma 1-bis è sostituito dal seguente: «1-bis, l’attività di vigilanza nei luoghi di lavoro delle Forze Armate, delle Forze di Polizia e dei Vigili del fuoco è condotta da nuclei composti dal personale ispettivo del ministero interessato e dell’Ispettorato Nazionale del lavoro, con le modalità stabilite dal Comitato di indirizzo di cui al successivo comma 2-bis»;

 2) dopo il comma 2, sono inseriti i seguenti:

«2-bis.Presso il Ministero del Lavoro e delle politiche sociali è istituito il Comitato di indirizzo sull’applicazione della legislazione in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro delle Forze armate,delle Forze di Polizia e dei Vigili del fuoco di seguito denominato «Comitato».

 a pagina 3 il testo completo

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.