Lettera aperta del Brigadiere Passaro.

LETTERA APERTA
del Brigadiere Capo Giuseppe Passaro

Sono Giuseppe Passaro, nato a Castellammare di Stabia (NA) il 26 aprile 1955
militare della Guardia di Finanza, in servizio presso la Compagnia di Castellammare di Stabia (NA) –
Mi rivolgo alla Vostra spett.le Redazione, con la viva speranza di vedere
pubblicata questa mia lettera, anche a mie spese, assumendomi tutte le
eventuali responsabilità civili e/o penali che possono derivare dalla sua
divulgazione.
Vorrei far conoscere a tutti gli Italiani come appartenente al Corpo della
Guardia di Finanza, sono contentissimo di venire a conoscenza dagli organi
di stampa che il Generale Vito Bardi Comandante Interregionale dell’Italia
Meridionale è stato indagato dalla Procura di Napoli.

Il generale Vito Bardi tramite il Suo legale ha fatto pervenire una E-mail
tramite – intranet del Corpo che il Generale Vito Bardi “ha immediatamente
denunciato per calunnia aggravata il Sig. Bisignani che lo ha indotto a
riferire questa circostanza assolutamente falsa”.

Perché il Generale Vito Bardi non si dimette subito dall’incarico, non vuole
lasciare la poltrona??? Se fossero stati indagati sovrintendente o
ispettori il Generale Vito Bardi, li avrebbe già fatto trasferire a “ Canicattì” con
tanto di procedimento disciplinare, cosa che ha fatto con il sottoscritto.

Il Generale Vito Bardi, con la Sua arroganza, con la Sua strafottenza, con
la Sua prepotenza, con la Sua maleducazione con il Suo silenzio assente nei
miei confronti ha messo in condizione il sottoscritto per far valere le sue
ragioni, stava per compiere un gesto inconsulto sulla propria persona, “aveva deciso
di farla finita sparandosi” davanti al Comando Generale della Guardia di
Finanza di Roma.
Se questo non è successo devo dire grazie solo allora Comandante Generale C.A.
Cosimo D’ARRIGO che in data 11 novembre 2008 ha ascoltato il sottoscritto
per più di due ore, in presenza del Generale Ritondale, Col Pomponi e Col. Carboni.
A tutt’oggi il Generale Vito Bardi, non si è mai degnato a convocarmi, ma ha
provveduto ad far attuare il regolamento militare art.10 e 36 nei miei
confronti con giorni 02 e 04 di consegna, di aver reso lesivo l’immagine
del Corpo.
Grazie al Comandante Generale C.A. Cosimo D’Arrigo, dopo avermi dato
ascolto in data 11 novembre 2008 dandomi ragione della mia vicenda amministrativa,
con determina del 27 novembre 2008 ha ritenuto di farmi annullare le sanzioni
disciplinari di giorni 2 e 4 a nei miei confronti.
Per cui auguro di vero cuore al Generale Vito Bardi, un bellissimo
processo penale.
Fiducioso di un Suo interessamento attendo Sue notizie ed in caso positivo
vorrei poterLe illustrare di persona la relativa documentazione a supporto
diquanto detto.

VIVA LA LIBERTA’ DI STAMPA.

Con l’occasione porgo Distinti Saluti.
Brigadiere Capo Giuseppe PASSARO

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.

Militariassodipro.org
Vuoi le nostre news nella tua casella di posta?

Iscriviti alla nostra mailing list per ottenere informazioni interessanti e aggiornamenti.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.