Libro Bianco Forze Armate. Duranti e Marcon(Sel) "Il libro bianco non e`di proprietà` Governo, o degli Stati Maggiori”;” Il Consiglio Supremo Difesa entra a gamba tesa contro il Parlamento.

Assodipro Roma 
Un altro tormentone, dopo quello F 35, percorre da mesi  il dibattito su Forze Armate e Difesa.
IL TORMENTONE LIBRO BIANCO .
Ci Chiediamo, come Assodipro, In quali pagine e quante pagine si parlerà di PERSONALE ? In quali Pagine e quante Pagine si scriveranno i DIRITTI SINDACALI per i Militari a livello di FF.AA. Europee ? In quali pagine si parlerà di Diritti, Tutele, Previdenza, Salute, Lavoro, Retribuzione dei MILITARI ? 
Quante righe ha dedicato a tali temi il CONVEGNO Nazionale sulla sicurezza internazionale e difesa, svolto al CASD, che ha prodotto un documento di 172 pagine ?  
VEDREMO quanto ed in che modo il LIBRO BIANCO sarà aperto a Cittadini ed Associazioni .
VEDREMO in quante pagine del Libro Bianco si parlerà di PERSONALE, di DIRITTI Sindacali sul modello di altre Forze Armate Europee, In quali pagine si parlerà di DIRITTI, TUTELE, PREVIDENZA, SALUTE, LAVORO E RETRIBUZIONE DEI MILITARI

Difesa: SeL, Csd entra a gamba tesa contro Parlamento (ANSA)   – ROMA, 19 GIÙ – “Non e` la prima volta che il Consiglio Supremo di Difesa entra a gamba tesa contro il Parlamento sulle questioni che riguardano le spese militari e la politica di difesa ribadendo il suo punto di vista: il Governo deve procedere alla stesura del Libro Bianco in totale autonomia, lasciando ai due rami del Parlamento solamente l`eventualità` di esprimere valutazioni e/o suggerimenti. Questo per noi e` inaccettabile”. Lo dichiarano la capogruppo di Sel in Commissione Difesa Donatella Duranti e il deputato di Sel Giulio Marcon commentando la riunione del Consiglio Superiore di Difesa. “Il libro bianco non e` di proprietà` del Governo, o degli Stati Maggiori, proseguono Duranti e Marcon, ma uno strumento richiesto, sin dall`inizio della legislatura, dai parlamentari che hanno rivendicato la centralità` delle Camere nel produrre le linee guida della politica di difesa e degli armamenti. Centralità` che si e` concretizzata anche con l`indagine conoscitiva sugli armamenti, da cui non si può` prescindere nella valutazione delle scelte future in materia di difesa e di spese militari. Quella delle Forze Armate e` una riforma che non può` essere lasciata alla sola responsabilità` e iniziativa del Governo e degli Stati Maggiori, ma deve essere potestà` del Parlamento”, concludono.
Difesa: Pinotti a SeL, libro bianco sempre strumento governo     – ROMA, 19 GIÙ – “In tutti i Paesi il libro banco e` sempre uno strumento del governo, per questo mi stupisco della posizione di Sei”. Cosi` il ministro della Difesa, Roberta Pinotti, replica alla protesta di Sei in merito al Consiglio supremo della difesa di ieri. “Il Parlamento – ha sottolineato Pinotti – può` fare documenti, approfondimenti, su quello che discenderà` dal libro bianco, che e` aperto non solo alle Camere, ma anche agli esperti e ai cittadini”


Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.