MAFIA: SILP, BENE NUOVO PIANO

ROMA, 5 AGO – ''Va bene'' il miglioramento della normativa antimafia ma ''va male, anzi malissimo'' la piu'
''completa sottovalutazione della scure che si e' abbattuta sulle risorse della Polizia di Stato''. E' quanto afferma
il segretario del Silp-Cgil Claudio Giardullo, sottolineando che non si puo' accettare di ''vedere messi all'angolo
e in serio pericolo le professionalita', l'impegno e l'abnegazione di tutti quei poliziotti che, nonostante tutto,
riescono ancora a ottenere risultati''.La situazione, dice Giardullo, e' ormai ''allarmante'': un'evidenza che ''non si puo' piu' tacere'', in particolare in
Sicilia, proprio dove la lotta alla mafia deve essere piu' forte. ''Si deve sapere che sul territorio siciliano il lavoro
delle forze di polizia – spiega Giardullo – avviene a fronte della piu' completa assenza di risorse e strumenti.
I tagli degli straordinari sono sistematici, pesantissimi. Solo a Palermo, mancano presidi essenziali
per lo svolgimento delle indagini''. Per fare un esempio il Silp sottolina la ''sconfortante esiguita' del numero di microspie 'in house',
che costringe gli uffici ad esternalizzare la richiesta per coprire le esigenze''. Inoltre, proprio a causa delle poche risorse,
sono state ''soppresse le volanti notturne dei commissariati della citta''', vi sono ''pochi uomini a fronte di troppi
servizi, budget ridicoli per le missioni, autovetture fatiscenti, tante scorte e una relativa gestione del personale,
a dir poco, per nulla prudente''. Dunque, conclude Giardullo, ''e' necessario che il governo ponga un limite a tali sperequazioni.
Magari iniziando a riequilibrare il potenziamento, a livello centrale, del dispiegamento di personale in alcune citta' del Nord,
lasciando cosi' Palermo, con tutti i capoluoghi siciliani, ad organici inalterati e dunque deficitari''. (ANSA).

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.

Militariassodipro.org
Vuoi le nostre news nella tua casella di posta?

Iscriviti alla nostra mailing list per ottenere informazioni interessanti e aggiornamenti.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.