Mario Mauro Contraddittorio e Evasivo su Vaccini e Uranio sugli elicotteri–Militari senza Diritti e tutele, non solo negoziali, anche sulla Salute. Chi tutela i Lavoratori Militari ? Guariniello?

A CURA DI  ASSODIPRO  ROMA

Senato (19/09/2013, seduta n 107), ad un interrogazione presentata dall’On.Battista (M5S), che chiedeva,citiamo testualmente dal resoconto stenografico del  Senato:” Vorremmo sapere se e come, nell'attuazione del riordino della sanità militare, importantissime questioni, quali quella dei riconoscimenti dovuti ai militari deceduti o che ancora oggi soffrono degli effetti avversi determinati dall'inoculazione erronea dei vaccini, possano finalmente trovare risposta. Proprio durante l'approvazione del disegno di legge delega per la revisione dello strumento militare di cui dibattiamo oggi, in Senato il Governo ha accolto l'ordine del giorno G2.207, che lo impegnava – e sono passati dieci mesi – ad avviare un riesame di tale casistica per risolvere definitivamente la questione citata: 3.600 casi che attendono giustizia da uno Stato che, in questo caso, è da lei rappresentato, signor Ministro.”Il Ministro della Difesa,On. Mario Mauro rispondeva citiamo ancora testualmente dal resoconto:” Ad oggi, l'ipotesi che i casi di malattie e decessi siano da correlare alla somministrazione di vaccini appare sostenibile solo in ragione di un punto di vista che ha richiesto approfondimenti tecnico‑scientifici, oltre che etico-deontologici. Le modalità di somministrazione, infatti, sono sempre state rispondenti ai principi della buona pratica vaccinale e alle raccomandazioni delle organizzazioni internazionali, che consentono la somministrazione anche contemporanea di vaccini non viventi o in associazione a vaccini viventi purché in sedi diverse, mentre indicano un periodo di almeno quattro settimane tra inoculi di vaccini viventi qualora non somministrati contemporaneamente..”.   Ebbene,facendo uno sforzo di memoria neanche tanto grande, ….  CONTINUA IN LEGGI TUTTO

CLICCA E VEDI INTERROGAZIONE:
5-00945 ARTINI: Sulla presenza di amianto sugli elicotteri delle Forze armate . E RISPOSTA MAURO
visto che la relazione finale della Commissione d’Inchiesta del Senato è datata 9 Gennaio 2013, non si può non notare che il Ministro Mauro contraddice, o viene contraddetto a secondo dei punti di vista, dalle pur insufficienti conclusioni della Commissione d’inchiesta. Innanzitutto bisogna ricordare che la questione dei vaccini rappresenta nella galassia delle cause che hanno scatenato migliaia di patologie contratte dai Militari Italiani una piccola parte del problema,non bisogna dimenticare infatti che il principale fattore scatenante è da imputare all’esposizione  SENZA MEZZI DI PROTEZIONE all’Uranio Impoverito subita dal personale Militare nei vari teatri operativi,e nei poligoni, ma che ci siano state gravi mancanze nella modalità di somministrazione dei vaccini è indubbio,e queste mancanze sono state indicate chiaramente nella relazione finale della Commissione D’inchiesta del Senato la quale recita testualmente:” la Commissione segnala la gravita di tutti i comportamenti rilevati in ambito militare, a prescindere dal loro numero e dalla loro frequenza, consistenti nella mancata anamnesi vaccinale, nella mancata acquisizione del consenso informato, nella somministrazione di dosi in misura superiore a quella indicata o senza rispettare gli intervalli temporali,prescritti dalle case farmaceutiche produttrici, nell’effettuazione non necessaria di vaccinazioni diverse in tempi molto ravvicinati, nell’effettuazione di richiami non necessari, in quanto la copertura immunitaria e`già` in essere, in registrazioni parziali o erronee delle vaccinazioni effettuate. Analogamente a quanto e`stato precisato in ordine all’effetto stocastico dell’esposizione ad agenti patogeni, non si può` infatti escludere che errate modalità`di somministrazione dei vaccini, associate ad altri fattori che possono operare come concause, possano contribuire a produrre effetti gravemente dannosi per la salute”.La Commissione addirittura non esclude che queste “errate modalità” di somministrazione abbiano potuto in maniera concausale contribuito a produrre effetti gravemente dannosi per la salute. Ci chiediamo quindi quali nuove informazioni scientifiche in possesso del Ministro Mauro,lo abbiano portato a dichiarare con certezza assoluta la non sostenibilità dell’ipotesi di correlazione tra la somministrazione di vaccini ed alcune patologie sofferte dal personale Militare,ci chiediamo inoltre perché il ministro smentisca ciò che è stato accertato dalla Commissione d’Inchiesta in diversi anni di audizioni e con l’acquisizione di decine di libretti personali di vaccinazione,affermando che non ci sono state irregolarità nelle modalità di somministrazione. 
La sensazione è quella di trovarci in un ennesimo esempio  di negazionismo, un ennesimo passo indietro verso la verità, in spregio alle vittime di queste patologie ed alle famiglie dei caduti, cosi come per l’ Uranio impoverito, cosi come per la recente scoperta del carteggio tra Agusta Westland e ministero della difesa,che informava quest’ultimo della presenza di amianto in alcuni componenti di elicotteri in dotazione alle FFAA    Il ministro Mauro ha garantito che tutti gli elicotteri delle forze armate dei corpi dello Stato sono stati bonificati per quanto riguarda le pastiglie dei freni delle ruote dei carrelli e sono ancora in corso di bonifica le pastiglie del freno rotore: dalle carte dell’azienda costruttrice Agusta Westland (Finmeccanica) i componenti pericolosi risultino essere anche altri (guarnizioni, condotti e paratie), ma il ministro ha candidamente ammesso che ”non è realistica la prospettiva di una rimozione integrale della presenza di amianto” dagli elicotteri militari. Le bonifiche, secondo Mauro, sono state accompagnate da “specifiche misure informative e protettive nei riguardi del personale utilizzatore” degli elicotteri: i militari e i meccanici che si sono ammalati invece affermano di non essere mai stati informati dei rischi che correvano. 
Si continua quindi ad insabbiare, a negare, piuttosto che fare finalmente luce sul perché i Militari si ammalano di cancro,si continua a scaricare le responsabilità piuttosto che assumerle, si continua cosi a far morire chi è già morto,e peggio ancora non si impedisce che tutto questo non accada mai più.

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.

Militariassodipro.org
Vuoi le nostre news nella tua casella di posta?

Iscriviti alla nostra mailing list per ottenere informazioni interessanti e aggiornamenti.

Grazie per la sottoscrizione.

Qualcosa è andato storto.