MILITARI. Oltre a deliberare proroghe di vertici il Governo RINNOVI I CONTRATTI aprendo subito i tavoli negoziali. Dopo l’annuncio del 30 novembre sui Contratti è tutto fermo. I CoCeR ? silenti.

A cura di Assodipro Nazionale 
 
Militari senza tutela rappresentativa sindacale. I CoCeR ? in gran parte silenti, come al solito e come sempre non comunicano nulla alla base in modo ufficiale. Preferiscono forse concentrarsi su un’altra vergognosa proroga dopo quella di un anno già avuta ? CoceR silenti sul contratto giocano attuando una melina pro-proroga per coprirsi con una foglia di fico e rimanere in carica 6 anni invece dei 4 previsti dalla legge, unico caso al mondo di organi elettivi rappresentativi prorogati  ! 
 
Silenti tranne quello dei Carabinieri che trova il tempo per gioire (!), come il peggiore dei peggiori sindacati gialli, per la proroga del Comandante Generale . 
Perché non chiedono immediate aperture dei tavoli per il rinnovo dei contratti ?
Era il 2 dicembre e noi di Assodipro ci siamo sentiti in dovere di scrivere la verità per quanto riguarda il “ rinnovo dei contratti “, annunciato su tutti i giornali e tg come cosa fatta, mentre era, come scrivono i sindacati confederali, un protocollo : “E’ stato firmato un protollo di intesa tra governo ed i tre maggiori sindacati, con contenuti positivi e “impegni” importanti assunti dal governo, frutto di molte richieste, lotte sindacali, contenuti sui quali il governo era sempre rimasto sordo o insensibile. 
Questo protollo sarà la base su cui si discuteranno e faranno i contratti”. 
Sempre nei titoli non corretti, pochi giorni prima del referendum,  si parlava di 85 euro di aumento evitando accuratamente di dire che sono 85 EURO LORDI nel triennio. 
Comunque le risorse, anche se non in modo totale per il costo del rinnovo, sono già fissate nella legge di stabilità approvata. Prendiamo atto che il Governo ha ripreso la sua attività, anche con la partecipazione del premier Gentiloni dopo un problema di salute ( auguri ), ma, per quanto riguarda i militari si è occupato solo di proroghe di alcuni vertici. 
 
Tra pochi giorni il mondo della politica, che sembra sonnecchiare, ed il governo stesso, saranno molto occupati per confrontarsi sugli effetti del giudizio della Corte Costituzionale sulla legge elettorale ed è facile prevedere che sarà un tema in primo piano per mesi e fino a nuove elezioni, con prevedibili tensioni politiche e sullo stesso governo. 
Il personale aspetta il rinnovo dei contratti per non parlare del riordino calato dall’alto dagli stati maggiori, ( il cosi detto riordino delle carriere che è sostanzialmente un riordino dei parametri ) che dà solo briciole ai gradi e ruoli inferirori e che non piace a nessuno se non a vertici e certi CoCeR sindacati gialli. 
Nella stessa legge di stabilià è scritto che il “ bonus “ 80 euro sarà elargito con le stesse modalità del 2016 ma al momento non pare essere nelle prossime buste paga di Gennaio. 
Cosa impedisce di avviare e chiudere rapidamente la fase di concertazione per il rinnovo dei contratti per il comparto Difesa / Sicurezza ? A chi porta vantaggi attendere o rinviare ancora dopo 8 anni di blocco dei contratti
I militari NON sono solo i VERTICI ed hanno diritto ad avere diritti e dignità rappresentativa. 
LE PROROGHE.
Forse che l’ Arma dei Carabinieri non ha altri generali in grado di sostituire Del Sette che ha superato i limiti di età ? 
Forse che l’ Esercito non ha generali per un normale ricambio ? Che senso hanno queste proroghe se non ampliare la delusione verso istituzioni fondamentali ? Che senso ha fare leggi che poi si derogano o contro le quali si fanno proroghe, se non quello di far sorgere ulteriori dubbi e sfiducia ? 
I limiti di età si conoscono al momento di dare il primo incarico! I limiti di certi mandati, anche quelli elettivi della Rappresentanza Militare,  sono regolamentati per LEGGE ! 
Sono decisioni che danno un preoccupante e ulteriore segnale di autoreferenzialità che, sicuramente, non fa bene alle istituzioni ed al paese. BASTA PROROGHE in tutti i settori. Dovrebbero essere solo per casi eccezionali.

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.