Ministro Difesa Mauro, prime interviste , prudenti e molto generiche dichiarazioni, anche contraddittorie.

A cura di Salvatore Rullo s.rullo@tin.it
Lo stesso giorno, si leggono 2 interviste al nuovo Ministro Difesa Mario Mauro, una su Unità a cura di Federica Fantozzi e un'altra su Repubblica a cura di Tommaso Ciriaco. Su alcuni argomenti ci sono risposte fotocopia ( Marò ) , su altri apparentemente contraddittorie ( F – 35 ) ma costante appare il rinvio al parlamento ed a decisioni collegiali del Governo. Nella speranza che venga ascoltato il Personale della Difesa e si agisca con tutele e garanzie verso lo stesso, mettendo in secondo piano interessi di Lobby, vi proponiamo una sintesi delle dichiarazioni. Unità: La destinazione alla Difesa è stata una sorpresa ? ne avevate discusso prima ?  A me la notizia è stata comunicata da Napolitano. E’ stata un emozione molto forte ma non una sorpresa perché corrisponde alla mia esperienza all’europarlamento dove ho passato anni in commissione esteri e difesa. Qual è la sua opinione sulle missioni internazionali a cui partecipa l’ Italia ? Resteremo in Afganistan ? Il consiglio dei ministri è un organo collegiale, sarà la maggioranza parlamentare a mettere a punto strategie congiunte. Il parlamento protrà rivedere le scelte sull’ F 35 ?   SI, Anche se investire da vent’anni in un progetto e poi lasciarlo perdere tutto d’un colpo non ha senso. Bisogna entrare nel merito, lo faremo tutti insieme. Alla stessa domanda posta da Repubblica il Ministro dà una risposta sostanzialmente DIVERSA ; domanda : Non si placano le polemiche sui caccia F 35 ! Le polemiche sono totalmente fuorvianti. Al momento del compimento del programma assicureremo una dotazione di novanta velivoli, relativamente ai quali è già stata preventivata una forte contrazione rispetto alle necessità previste e che vanno a sostituire 256 velivoli oggi in linea (!) Repubblica : In Francia si discute della riduzione delle forze armate , La revisione Strumento Militare in Italia avverrà molto gradualmente, nell’arco di dieci anni e in ogni caso in questa legislatura ogni passo verrà vagliato collegialmente dal governo e in ossequio alle prerogative del parlamento. N.d.r speriamo che su questo argomento il ministro approfondisca subito tenendo conto dei Diritti di tutto il  personale a concertare pesanti tagli e non deroghi lasciando la questione in mano a burocrati ; Anche in questi giorni prendiamo atto che si parla di Militari e delle loro condizioni lavorative ed economiche solo per poche ore o giorni dopo un lutto, un morto, un suicidato militare ( vedi carabinieri o finanzieri negli ultimi tempi senza dimenticare un agente di custodia di pochissimi giorni fa )  o un ferito, lasciando poi cadere l’argomento, senza attuare provvedimenti concreti e sostanziali, fino ad una nuova tragedia. Entrambi i quotidiani fanno una domanda sul caso marò e qui la risposta è praticamente identica quasi fosse mandata in forma scritta ; Repubblica : Lei si appresta a partire per l’ India, dove sono detenuti i due Marò ;In questi giorni verificheremo con tutte le persone coinvolte nel dossier, a partire dal presidente letta, tempi e modi per trattare un tema così delicato. Sicuramente faremo sentire come ministero della Difesa la nostra vicinanza ai due Marò e alle loro famiglie, e all’intera Marina. Unità : Che speranze ha sui Marò ? Stiamo verificando con tutte le persone coinvolte, a partire dal premier Letta, che nel suo intervanto ha menzionato con sensibilità la vicenda, tempi e modi per trattare un tema così importante. Certamente non mancheremo come ministero della Difesa di far sentire la forte vicinanza ai nostri due Marò, alle famiglie e alla Marina…….

Related Posts

About The Author

Contatta la Sezione o Unità Coordinata a Te più vicina!Inviaci una e-mail o telefona per avere maggiori informazioni.